rotate-mobile
Elezioni

"Centrosinistra ritrovato e centrodestra spaccato. Chiassai sconfitta dalla sua gestione personalistica"

Il Partito Democratico provinciale di Arezzo guidato da Francesco Ruscelli commenta l'elezione di Alessandro Polcri a presidente della Provincia. Interviene anche il Pd Toscano: "Silvia Chiassai ko per un metodo di governo della Provincia chiuso"

"Le gestioni personalistiche e autoritarie non pagano sul piano politico". Il Partito Democratico provinciale di Arezzo guidato da Francesco Ruscelli commenta l'elezione di Alessandro Polcri a presidente della Provincia e la concomitante sconfitta di Silvia Chiassai, candidata di centrodestra e presidente uscente. "È questa la lezione che dovrebbe trarre da quanto accaduto la ex presidente della Provincia Chiassai", prosegue la nota dem. Il centrosinistra, che non ha espresso un proprio candidato, ha poi appoggiato il sindaco di Anghiari, che ha vinto nonostante il centrodestra avesse una potenziale larga maggioranza.

L'analisi del voto del Pd provinciale di Arezzo

"La sconfitta di Chiassai - spiega la nota - è frutto da un lato di una ritrovata compattezza del centrosinistra e dall’altro dallo scontento maturato nella parte più sensibile del centro-destra. Quella parte che ha condiviso con noi la necessità di una Provincia attenta a tutti i comuni e a tutti i territori, capace di dialogare senza pregiudizi con tutte le realtà politiche e sociali, convinta che un'istituzione quale la Provincia, non può essere 'proprietà politica' di una persona o di un partito ma deve esserlo di un'intera comunità. È anche una lezione per coloro che hanno tentato di forzare la mano spostando in avanti la data del voto e sottraendo a molti sindaci la possibilità di candidarsi. Un gesto che aveva confermato una filosofia di governo incentrata sulle forzature istituzionali e che ha contribuito ad alienarsi le simpatie di molti 'grandi elettori' in molti comuni e in particolare nel capoluogo. Adesso si apre una stagione nuova che ci auguriamo possa essere nel segno della partecipazione, del confronto, della valorizzazione dei progetti e delle idee migliori. Facciamo i nostri auguri di buon lavoro al presidente Polcri al quale annunciamo che il nostro lavoro in Consiglio provinciale sarà quello di sempre e cioè la piena valorizzazione del ruolo e delle risorse della Provincia in funzione degli interessi delle comunità locali che tutti insieme rappresentiamo".

Il commento della segretaria regionale Bonafé

Sul tema delle elezioni provinciali interviene anche Simona Bonafé, segretaria del Pd toscano. “Dalle elezioni provinciali di Arezzo - si legge in un comunicato - esce un risultato affatto scontato che sancisce la divisione del centro destra, la sconfitta politica di Silvia Chiassai e di un metodo di governo della Provincia chiuso e poco incline a rappresentarne il territorio. L’elezione di Polcri porta alla guida della provincia di Arezzo un candidato che ha saputo raccogliere intorno alla sua candidatura un consenso trasversale che vede nell’ente provinciale il luogo di tutte le comunità locali che ne fanno parte e non il presidio di un partito politico. Un risultato che oggi apre la strada ad una nuova gestione della Provincia, non personalistica, sulla quale gli amministratori del territorio hanno investito la loro fiducia”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Centrosinistra ritrovato e centrodestra spaccato. Chiassai sconfitta dalla sua gestione personalistica"

ArezzoNotizie è in caricamento