rotate-mobile
Elezioni

Terremoto in Provincia, vince Polcri: "Sarò il presidente di tutti". Cambia la maggioranza

Trionfa il sindaco di Anghiari, sconfitta la presidente uscente Silvia Chiassai, candidata del centrodestra. La festa in piazza della Libertà con i sindaci di centrosinistra e Marco Donati. I nuovi scenari

Il sindaco di Anghiari Alessandro Polcri è il nuovo presidente della Provincia di Arezzo. Il risultato ufficioso (a mezzanotte ancora non era disponibile quello ufficiale) dice che il candidato civico ha avuto la meglio nella sfida con Silvia Chiassai, presidente uscente e alfiere della coalizione di centrodestra. Il centrosinistra, invece, non aveva presentato un proprio candidato ufficiale. Si parla di circa 3.500 voti (ponderati) di scarto tra i due sfidanti. Decisive sarebbero state le schede non valide, tra bianche e nulle, alcune di grande di peso: i consiglieri del Comune di Arezzo, quello più grande, hanno infatti una rilevanza ponderata molto maggiore rispetto agli altri votanti. In tutto gli aventi diritto al voto sono stati 494: essendo elezioni indirette (o di secondo grado), potevano esprimere la propria preferenza soltanto i consiglieri comunali dei municipi della provincia. Il voto di ciascuno, però, ha avuto un peso diverso, in base all'indice di ponderazione dato dalla popolazione residente nel proprio comune. Per votare sono stati allestiti tre seggi, uno a Bibbiena, un altro a Sansepolcro e un terzo ad Arezzo. Le urne sono rimaste aperte dalle 8 alle 20.

La festa di Alessandro Polcri, nuovo presidente della Provincia di Arezzo

La festa in piazza della Libertà

Polcri è arrivato in piazza della Libertà, sede del Palazzo della Provincia, intorno alle 23,30, per festeggiare il trionfo, sventolando il tricolore. C'erano alcuni amministratori e politici ad attenderlo, tra cui i sindaci di centrosinistra Eleonora Ducci (Talla), Andrea Tavarnesi (Civitella), Roberta Casini (Lucignano) e il consigliere comunale di Arezzo, di Scelgo Arezzo, Marco Donati. Abbracci e spumante.

"Sarò il presidente di tutti"

A caldo, visibilmente emozionato ed esultando per un risultato insperato, almeno in queste proporzioni, Polcri ha detto: "La mia è una candidatura nata dal basso, dai territori. Sarò il presidente di tutti: la Provincia deve essere la casa dei Comuni. Inizierò il mio mandato facendo un giro tra le vallate".

Una nuova maggioranza

A questo punto, il centrodestra perderà la maggioranza. Si è votato infatti per il solo rinnovo del presidente, mentre il resto del Consiglio rimane ancora in carica: al momento il centrodestra del gruppo "Comuni per la Provincia" conta 6 seggi, il centrosinistra ("Centrosinistra per Arezzo) 5, Patto Civico Intra Tevere et Arno, che fa riferimento a Marco Donati, 1. Polcri potrebbe governare in Provincia con il sostegno di Patto Civico, Centrosinistra e probabilmente almeno un consigliere di centrodestra (Matteo Del Barba è consigliere comunale ad Anghiari con Polcri sindaco).

La questione politica

Il verdetto delle elezioni accende un faro sulla grande spaccatura nel centrodestra. Che pur avendo ampia maggioranza - tra FdI, Forza Italia, Lega e civiche - ha evidentemente bruciato la propria candidata, con alcuni voti nulli o con schede bianche. Chiassai, non iscritta ad alcun partito ma fortemente sostenuta da FdI, aveva raccolto le firme con il vento alle spalle soffiato compattamente da tutta l'area. C'era stato anche l'imprimatur del sindaco di Arezzo Ghinelli. Ma nel segreto dell'urna è andata diversamente, Chiassai è stata bocciata, così come la sua avversaria di centrosinistra Ginetta Menchetti quattro anni fa (che aveva potenzialmente la maggioranza ma perse). Polcri, che era stato valutato in un primo tempo come candidato dall'area centrodestra in alternativa a Chiassai, ha deciso di correre comunque, raccogliendo, evidentemente, consensi molto trasversali. E a questo punto, salvo clamorosi - ulteriori - sviluppi, sarà sostenuto anche dal centrosinistra. Il verdetto inoltre potrebbe generare nuove fibrillazioni interne al centrodestra sul territorio. E' la politica liquida, bellezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto in Provincia, vince Polcri: "Sarò il presidente di tutti". Cambia la maggioranza

ArezzoNotizie è in caricamento