Condanna a 10 anni di reclusione per Ferrini per il delitto di via della Robbia

La sentenza è arrivata questa mattina. Federico Ferrini, ambulante alimentare del Casentino, si è visto riconoscere tutte le attenuanti

Nella foto Ferrini

Il giudice di Arezzo Giulia Soldini ha letto la sentenza: Federico Ferrini è stato condannato a 10 anni per l'omicidio di Maria Aparecida Venancio de Sousa, consumatosi alla fine della scorso agosto ad Arezzo, zona Santa Maria delel Grazie. Il 38enne, già in carcere dal giorno in cui è stato incastrato confessando poi il delitto, si è visto riconoscere tutte le attenuanti. Il sostituto procuratore Chiara Pistolesi, che dalla notte del delitto segue l'indagine, ha portato avanti l'accusa di omicidio volontario, ma senza la premeditazione. Ferrini quindi avrebbe agito d'impulso mentre si trovava nell'appartamento di via Andrea della Robbia in compagnia della sua amica, la 60enne di origine brasiliana.

Ferrini, che rischiava una pena fino a  21 anni di carcere, aveva ottenuto il rito abbreviato che di per sé prevede un terzo della sconto della pena. La richiesta dell'accusa era di 12 anni e sei mesi.

L'attesa della sentenza

Il delitto in una notte d'agosto

Nella notte tra il 25 e il 26 agosto scorso Ferrini uccise a colpi di spranga la donna 60enne, prostituta brasiliana, con cui aveva avuto una relazione. Il delitto avvenne nell'abitazione della donna, in via della Robbia, ad Arezzo, a due passi dal santuario di Santa Maria delel Grazie. Maria fu trovata riversa sul bordo del letto, con un laccio al collo e ferite alla testa e alla gola. Braccato dalla Polizia, che dopo alcuni giorni di serrate indagini era riuscita a stringere il cerchio, Ferrini confessò. Dopo l'arresto, di fronte al gup, confermò la sua versione: si era recato da Maria per alcuni chiarimenti, poi scoppiò una lite furiosa che terminò con la terribile aggressione. I violentissimi colpi sferrati dal 38enne furono fatali. Il movente sarebbe di tipo economico: l'imputato durante la sua confessione raccontò di avere ricevuto richieste di soldi in cambio del silenzio di Maria sui rapporti intercorsi tra i due: Ferrini non avrebbe voluto far sapere in giro di essere stato assieme a una lucciola. Nei giorni scorsi, l'imputato aveva scritto un memoriale, in cui chiedeva scusa ai familairi della vittima.

Le tappe della vicenda

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento