Scatta il Festival dei diritti

Presentata questa mattina, live dal Cinema Eden, la 5 edizione del Festival dei Diritti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ArezzoNotizie

Moleste, Renzo Rubino, Leo Ortolani, Vera Gheno, Carlo Scovino, Fabio Canino, Nyko Piscopo e ancora l’On. Alessandro Zan, ecco gli ospiti tra letteratura, arte, politica e società della 5° edizione del Festival dei Diritti, il longevo festival che nel territorio racconta il peso e il valore dei diritti, quest’anno in forma interamente digitale, a cura di Officine della Cultura in collaborazione con Arci Arcobaleno. Tutti gli eventi saranno visibili gratuitamente all’interno del cartellone di Officine Foyer, spazio reale di residenza virtuale creato a fine primavera da Officine della Cultura, Residenza Artistica Culturale riconosciuta dalla Regione Toscana, nell’attesa della riapertura dei luoghi fisici della residenza, il Teatro Verdi di Monte San Savino e il Teatro Rosini di Lucignano. Il programma è stato presentato questa mattina live dal Cinema Eden di Arezzo grazie alla presenza di Elena Bigliazzi, Assessora alle Pari Opportunità del Comune di Foiano della Chiana, Erica Rampini, Assessora alle Pari Opportunità del Comune di Monte San Savino, Eleonora Ducci, Sindaca del Comune di Talla e Veronica Vasarri, Presidentessa di Chimera Arcobaleno Arcigay Arezzo, oltre a Luca Roccia Baldini di Officine della Cultura. L’evento si è concluso con la consegna simbolica alle biblioteche e ad alcuni istituti scolastici dei comuni coinvolti nel progetto della Rete Ready dei libri degli autori chiamati a prendere parte alla 5 edizione del festival, nel segno di un intento condiviso nella difesa dei diritti. Si parte lunedì 21 dicembre alle ore 18 in streaming dalle pagine Facebook del Festival, di Officine della Cultura e dal canale YouTube OfficineProduzioni con la giornata dal tema “Fumetto e discriminazione”. Tra i partecipanti l’On. Alessandro Zan, primo firmatario della proposta di Legge contro l’Omotransfobia e Moleste, il collettivo per la parità di genere nel fumetto, voce importante nel panorama del fumetto italiano e non solo, rappresentato nel Festival da Deborah Tommasini (autore unico per Beccogiallo) e Antonia Caruso (Edizioni minoritarie). Altri interventi saranno quelli del cantautore Renzo Rubino e del fumettista Leo Ortolani che presenterà nell’occasione il libro “Cinzia” (Bao Publishing). Martedì 22 dicembre, sempre alle ore 18, secondo appuntamento dal titolo “Linguaggio e diversità”. Ospiti preziosi saranno la sociolinguista Vera Ghena con il suo libro “Femminili singolari” (Effequ), il pedagogista Carlo Scovino con il libro “Questo odio non ti somiglia. Omosessualità in divisa” (StreetLib) e Veronica Vasarri, Presidentessa di Chimera Arcobaleno Arcigay Arezzo. Questi primi due incontri sono realizzati grazie al coinvolgimento del Comune di Monte San Savino, capofila del progetto, del Comune di Foiano della Chiana e del Comune di Talla. Mercoledì 23 dicembre, alle ore 18:00, conclusione del Festival con il tema “Arte, sport e omofobia”, in una giornata realizzata con il coinvolgimento del Comune di Monte San Savino, con ospiti Fabio Canino, attore, scrittore, conduttore radio e tv con il libro “Le parole che mancano al cuore” (SEM), il danzatore Nyko Piscopo che presenterà il progetto “Threesome” e Veronica Vasarri, Presidentessa di Chimera Arcobaleno Arcigay Arezzo. I tre eventi del Festival, al di là del live pomeridiano, saranno visibili in replica in seconda serata su Teletruria. Si segnala che grazie al live sarà possibile porre domande agli ospiti in diretta realizzando così un reale dialogo su temi di cui è indispensabile parlare. Ulteriori informazioni visitando la pagina www.officinedellacultura.org.

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento