rotate-mobile
Attualità

Cassonetti pieni e signora multata: "Come fare cassa con chi paga la Tari senza ricevere un servizio adeguato"

La signora racconta di avere trovato i cassonetti pieni e di aver lasciato il sacchetto accanto

Una lettera di una cittadina aretina per i disservizi nello svuotamento dei cassonetti dei rifiuti. Il problema è stato segnalato più volte alla redazione di Arezzo Notizie con le foto dei cassonetti pieni, stracolmi e con i rifiuti lasciati nei dintorni. Questa volta la signora racconta di essere stata multata per aver lasciato un sacchetto.

"La mattina prima di entrare in servizio, sono solita recarmi presso la postazione di raccolta rifiuti per disfarmi dei sacchetti ormai pieni. Purtroppo, capita frequentemente che siano cosi' pieni o mal funzionanti, da essere obbligata ad appoggiare civilmente il mio sacchetto accanto al presidio. Ebbene, recentemente mi sono vista recapitare una raccomandata che conteneva un' ordinanza del comune di Arezzo, firmata dal comandante dei vigili urbani, motivando il fatto che io sarei una persona incivile e con scarso senso comunitario. Ma se i cassonetti sono pieni cosa avrei dovuto fare? Tenerli in auto fino all'ora di uscita dal servizio? Riportarli a casa? Bel modo di risolvere i problemi del gestore e non miei. Ti inducono a trasformare la tua casa in una mini discarica personale. Mi immagino d'estate cosa accadrà. Non sarebbe meglio mettere qualche cassonetto in più, oppure evitare che si blocchino al primo rifiuto introdotto? No, la soluzione giusta è multare, multare e multare; anche quando nel mio caso non si ha scelta. Spero che questa costruttiva denuncia, serva a far ragionare il Comune di Arezzo ma soprattutto a evitare di far cassa con chi già paga la Tari senza ricevere un adeguato servizio."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassonetti pieni e signora multata: "Come fare cassa con chi paga la Tari senza ricevere un servizio adeguato"

ArezzoNotizie è in caricamento