rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022

VIDEO | Rapina con sequestro, orafi aretini sconvolti. Benvenuto: "Alla famiglia Cianchi il nostro abbraccio"

Parte anche un appello affinché, se possibile, ci sia maggiore protezione nei confronti di questi imprenditori così esposti

Il mondo orafo aretino è rimasto molto colpito da quanto accaduto alla famiglia Cianchi che ha subito una rapina da quasi un milione di euro e il sequestro per 2 ore da parte di due banditi della 55enne, nuora del fondatore, che è stata costretta ad aprire l'aziende e le casseforti della Diamond Import, mentre il resto della famiglia era ferma a casa, impotente, sotto la minaccia degli altri 4 membri della banda minuti di una pistola, di cacciaviti, un piede di porco e alcuni taglierini. Per come si sono messe le cose, c'è chi osserva anche che poteva andare decisamente peggio, basti pensare al dettaglio di non poco conto che il familiare rientrato nella casa di Poggio Pellicciaia mentre i banditi erano ancora lì, era stato a caccia e che, come ha raccontato il Tgr della Toscana, tutti i fucili regolarmente detenuti erano riposti quando è stato bloccato dai rapinatori e non sono stati trafugati a differenza di orologi, contanti e altri pezzi preziosi che sono finiti nel grande bottino.

La solidarietà e lo sconcerto degli orafi aretini

A tutta la famiglia Cianchi sono arrivati moltissimi messaggi di vicinanza, solidarietà e incoraggiamento, visto quanto sia stata provante questa esperienza. A parlare oggi è Mauro Benvenuto, presidente degli Orafi di Cna e della stessa Consulta che fa da collante, per questo comparto, tra tutte le associazioni di categoria. 

"Siamo imprenditori, quindi il coraggio non manca, ma siamo rimasti tutti choccati, è stato un evento molto violento che ci ha sconcertato a tutti. Un grosso abbraccio va a tutta la famiglia Cianchi che ha ricevuto che ha ricevuto una violenza inaudita."

Cosa chiedete per una categoria, la vostra, che è effettivamente moltlo esposta per il materiale prezioso che lavora e che conserva?

"Chiediamo maggiore attenzione da parte delle istituzioni, seppur impieghino tutte le loro risorse sia la Questura che la Prefettura, chiedo se c'è la possibilità di poter ancor di più dare attenzione alla protezione del nostro settore."

Dal punto di vista personale come ha reagito di fronte alla dinamica ricostruita nelle ore successiva alla rapina?

"Sono rimasto molto colpito, un evento diverso rispetto a quanto accaduto finora in città. Sono ancora scosso oggi."

A preoccupare sono le modalità di azione di questi criminali.

"C'è stato un ulteriore passo avanti, sì l'imprenditore a diretto contatto con i banditi. Speriamo che non si ripeta mai più"

Copyright 2022 Citynews

Video popolari

VIDEO | Rapina con sequestro, orafi aretini sconvolti. Benvenuto: "Alla famiglia Cianchi il nostro abbraccio"

ArezzoNotizie è in caricamento