rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024

VIDEO | Scalinata Piazza Grande, Rossi: "Arenaria non recuperabile, si torna all'origine con il travertino bianco"

Il Primo rettore spiega i lavori in corso e le motivazioni che hanno portato a eliminare gli scalini in pietra arenaria. In questi giorni è stato scoperto il mattonato dell'epoca di Vasari

La forza, la coerenza e la storicità. Tutte caratteristiche racchiuse nel travertino bianco. Questo il tipo di marmo che è in fase di lavorazione per ricreare i 108 scalini che messi in fila comporranno i 14 gradoni della nuova scalinata che da piazza Grande sale al palazzo di Fraternita. 

Un materiale forte e resistente, che si pone in estrema coerenza con gli altri elementi della terrazza, della facciata e della piazza stessa e che permette di tornare alle origini, come i documenti storici e alcune rappresentazioni dell'epoca mostrano.

La pietra arenaria che finora costituiva la scala era fortemente deteriorata e anche pericolosa. Così nella predisposizione del progetto che vede compartecipare il Comune di Arezzo per la metà del costo, la soprintendenza ha espressamente comunicato che non era recuperabile e restaurabile. Ecco tutte le motivazioni che hanno portato allo smontaggio della scala nei giorni scorsi davanti agli occhi un po' stupefatti dei cittadini aretini che vi erano affezionati.

Gli operai al lavoro nel cantiere hanno riportato alla luce ciò che stava sotto, il mattonato rosso del tempo "è lo stesso su cui camminava Vasari prima di entrare in Fraternita" commenta quasi emozionato al pensiero Pier Luigi Rossi.

Già domani i primi scalini bianchi, potrebbero comparire per comporre la base della nuova struttura che rispetterà tutti i criteri anche se avrà una forma meno ellittica. La gran parte del lavoro sarà compiuto prima del montaggio delle tribune in vista della Giostra del Saracino di giugno.

Cantiere scale Piazza Grande-2

Copyright 2024 Citynews

Video popolari

ArezzoNotizie è in caricamento