Sport

Il Centro Taekwondo Arezzo combatte in casa al Tuscany Open

Il grande taekwondo si ritrova ad Arezzo per la prima edizione del Tuscany Open, un torneo internazionale che riunirà centodieci società di diciannove regioni e di quattro nazioni. L'evento, in programma sabato 21 e domenica 22 ottobre al...

Centro Taekwondo Arezzo - Open di Toscana

Il grande taekwondo si ritrova ad Arezzo per la prima edizione del Tuscany Open, un torneo internazionale che riunirà centodieci società di diciannove regioni e di quattro nazioni. L'evento, in programma sabato 21 e domenica 22 ottobre al palasport "Mario d'Agata", vedrà la partecipazione di settecento atleti italiani e stranieri dai Cadetti B ai Senior e, tra questi, saranno presenti anche quindici rappresentanti del Centro Taekwondo Arezzo che godranno della possibilità di aprire la stagione agonistica direttamente nella loro città. La società, guidata dal maestro Andrea Rescigno, ha recentemente dimostrato la capacità di vincere medaglie nei più importanti eventi nazionali e internazionali, dunque si presenta all'appuntamento con grandi ambizioni e con l'obiettivo di confermarsi tra le realtà giovanili più valide della Toscana. Al Tuscany Open, gli atleti del Centro Taekwondo Arezzo saranno divisi tra le varie categorie e le varie cinture, con Andrea Barbagli, Joan Buzuka, Gaetano Marsicano e Sofia Pipparelli che si metteranno alla prova nei Cadetti B, Alessia Conti, Emma Duranti, Asia Geppetti, Allegra Ginestroni, Vincenzo Marsicano, Giulia Mocerino, Leonardo Pipparelli e Mirco Vannini nei Cadetti A, Alex Botnari e Thomas Geppetti nei Junior, e Marco Bichi nei Senior.

Le maggiori attenzioni saranno rivolte verso Barbagli che in questa stagione vivrà il suo debutto tra le cinture rosse e inizierà un lungo cammino per provare ad arrivare, in futuro, alla vittoria del titolo italiano. Classe 2007, questo atleta è il primo della società aretina a sbarcare nella prestigiosa categoria che rappresenta il primo vero step nel taekwondo agonistico, meritando così la possibilità di competere con i migliori del panorama nazionale e rientrando tra le maggiori promesse della disciplina. Barbagli è stato protagonista di una rapida ascesa che l'ha visto imporsi in tutte le gare disputate, riscuotendo applausi e apprezzamenti per la spettacolarità e la difficoltà delle tecniche eseguite: solo nell'ultima stagione, ad esempio, ha vinto gli ori al trofeo internazionale Open Championship di Riccione e ai Campionati Interregionali di Marche e Abruzzo, oltre al bronzo al trofeo internazionale Kim&Liù di Roma. Questo exploit, unito alle doti tecniche e all'impegno quotidiano, ha convinto il suo allenatore Rescigno a fargli vivere il grande salto tra le cinture rosso-nere con cui, dalle prossime stagioni, potrà combattere nei veri e propri campionati italiani. «Per il Centro Taekwondo Arezzo si tratta di un traguardo di assoluto rilievo - commenta Rescigno. - Dopo gli anni di lavoro con i bambini e i ragazzi del vivaio, infatti, possiamo finalmente vantare un rappresentante tra le cinture rosso-nere. Barbagli ha dimostrato carattere e padronanza delle più spettacolari tecniche del taekwondo, dunque l'Open di Toscana rappresenterà una bella occasione per vivere, nella sua città, l'emozione di confrontarsi in questa nuova categoria».

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Centro Taekwondo Arezzo combatte in casa al Tuscany Open

ArezzoNotizie è in caricamento