Arezzo, è il giorno dell'assemblea dei soci. Da qui passa il futuro del club

Cessione, ricapitalizzazione o messa in liquidazione. Dall'appuntamento di questa mattina passa il futuro del Cavallino

Appuntamento alle 11:30 nello studio di Giovanni Grazzini per l'assemblea dei soci dell'Arezzo. Ecco uno snodo cruciale per il futuro del club amaranto nel quale si parlerà di trattative, numeri e non solo. D'altronde questo appuntamento era stato in messo in calendario il 9 luglio scorso dopo l'approvazione della trimestrale al 31 marzo proprio per parlare delle trattative per la cessione, in primis quella legata agli imprenditori vicini a Ermanno Pieroni per la quale era stata chiesta la massima riservatezza.

Oggi dovranno essere svelate le carte sul tavolo. Da giorni il presidente ha preferito il silenzio sottolineando l'importanza del momento quanto mai delicato. La Cava ha comunque detto più volte di avere come obiettivo quello di portare all'assemblea una proposta di acquisto da parte dei possibili acquirenti. Ma quali sono gli scenari alla vigilia dell'assemblea con Orgoglio Amaranto che arriva a 10 giorni esatti dall'iscrizione?

Stipendi, scadenze e fideiussioni: ballano 600mila euro per l'iscrizione. I numeri dell'Arezzo

La prima strada da percorrere è quella della cessione. La Cava potrebbe presentare nomi e cognomi degli acquirenti, svelando quale gruppo ha dato l'ok all'eventuale cessione e i termini dell'operazione. Orgoglio Amaranto è bene ricordare che deve dare il proprio gradimento affinchè si concretizzi il closing così come lo deve dare la Figc che dopo aver introdotto i 'requisiti di onorabilità' andrà ad analizzare l'identikit e la solidità economica degli acquirenti. Da una parte ci sono gli imprenditori vicini a Ermanno Pieroni, dall'altra Danilo Mariani anche se negli ultimi giorni si è parlato di un raffreddamento.

Scadenze e requisiti di onorabilità: gli appuntamenti da non fallire

La seconda strada è quella del rilancio. La Cava, nonostanti i segnali puntino verso la cessione del 99 per cento del club, potrebbe anche comunicare ai soci la sua intenzione di iscrivere la squadra. Difficile, alla luce delle parole pronunciate dal patron pochi giorni fa. "L'iscrizione dipenderà dalla presenza di acquirenti o di nuovi soci" aveva detto La Cava. Difficile, ma non impossibile. Con soli 10 giorni davanti arrivare alla cessione e preparare i documenti per l'iscrizione non è semplice. Per partecipare al prossimo torneo di Lega Pro, all'Arezzo, servono quasi 600mila euro tra quota di iscrizione, fideiussione da 350mila euro (poi da integrare), stipendi e altri voci. Se l'accordo per la cessione fosse stato raggiunto magari La Cava potrebbe contribuire all'iscrizione, ovviamente con la garanzia di una cessione a stretto giro.

La terza, e ultima strada, è quella già percorsa nell'estate 2010 e che nessuno vorrebbe prendere in cosiderazione, vale a dire la messa in liquidazione dell'Arezzo. Una pista comunque da tenere bene a mente alla luce delle parole spese in consiglio comunale. Tra poche ore l'inizio dei lavori da cui passerà il futuro della Società Sportiva Arezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm in arrivo: regioni chiuse e nuova divisione per colori. Cosa cambia per la Toscana

  • Saturimetro: come funziona e quali sono i migliori modelli da acquistare on line

  • Toscana ancora in zona gialla? Si decide. Nuovo Dpcm: massimo 2 ospiti non conviventi in casa

  • Banda dell'Audi bianca, è caccia aperta: le segnalazioni e la foto virale che fa sperare nell'arresto. Ma è un'altra operazione

  • Marito e moglie fermati da finti militari, picchiati e rapinati

  • Neve e vento forte: è codice giallo in provincia di Arezzo. L'elenco dei comuni interessati

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento