Venerdì, 25 Giugno 2021
Sport

Arezzo, occasione sprecata. Tremolada gol e rigore fallito, Sandomenico firma il pari (1-1)

L'Arezzo getta alle ortiche la terza vittoria consecutiva in stagione. Una partita in cui gli amaranto hanno dominato per larghi tratti proponendo un buon calcio su un campo difficile. Ad aprire le danze il solito Tremolada che riesce a far...

arezzo-santarcangelo (7)

L'Arezzo getta alle ortiche la terza vittoria consecutiva in stagione. Una partita in cui gli amaranto hanno dominato per larghi tratti proponendo un buon calcio su un campo difficile. Ad aprire le danze il solito Tremolada che riesce a far sembrare facile la cosa più difficile segnando un eurogol su punizione e fallendo un rigore a pochi secondi dall'intervallo. Mancato il colpo del ko L'Aquila cerca e trova il pari con Sandomenico che frena la corsa degli amaranto.

Nessuna sorpresa nello schieramento amaranto. Baiocco stringe i denti ed è della partita. In difesa Panariello torna titolare al posto di Milesi con i gradi di capitano visto che Capuano preferisce Benedetti a Gambadori. Tutto confermato anche in casa de L'Aquila con il ritorno al 3-5-2 in cui Sandomenico si piazza sull'out di destra lasciando il ruolo di secondo punta a De Sousa che va a supportare Perna.

Si gioca su un campo pesante che non facilita il controllo della sfera e che almeno nei primi minuti frena l'iniziativa amaranto. Capuano richiama subito all'ordine i suoi che iniziano con il passare dei minuti ad alzare il baricentro contro un avversario che sembra risentire non solo del ko patito a Pistoia sette giorni fa ma anche della ormai prossima penalizzazione in classifica. Il primo squillo arriva al 4' con il cross di De Sousa sporcato da Perna che esce di poco a lato. L'Aquila però dopo questa occasione non si vede più almeno fino allo scadere. Gli amaranto acquistano sicurezza, allargano il gioco sugli esterni e provano a sfruttare i cross senza alcun esito visto che Cori e Bentancourt sono guardati a vista. Serve allora una magia, una giocata del solito Tremolada per rompere gli equilibri. Il fantasista amaranto al 33' si incarica della battuta di un calcio di punizione dal limite. La traiettoria è di quelle velenose: il pallone che termina nell'angolino grazie anche alla complicità di Scotti che si muove in ritardo. L'Aquila replica pochi minuti dopo con un tiro da fuori di Bensaja che Baiocco alza sulla traversa. Ci prova anche Perna con una girata al volo, ma il pallone termina a lato. A pochi secondi dall'intervallo Sanni atterra senza troppi complimenti Bentancourt in area. Sul dischetto di presenta Tremolada, ma Scotti questa volta è reattivo e blocca in due tempi. La ripresa si apre su ritmi più alti rispetto alla prima frazione di gioco. L'Arezzo non sembra però dare segnali di cedimento. Gli amaranto controllano e non rischiano se non il minimo indispensabile su un tiro di Sandomenico, rispondendo immediatamente con Tremolada che chiama Scotti all'intervento per deviare in corner. La partita sembra incanalata sui binari giusti per l'Arezzo quando Perrone richiama De Sousa spostando Sandomenico in attacco. Il cambio porta i frutti sperati al 69' quando Perna lancia il compagno che arriva a tu per con Baiocco, lo evita e appoggia in rete il gol del pari. L'Arezzo più che il colpo inizia ad accusare la stanchezza e allora L'Aquila prova a conquistare l'intera posta in palio ma le uniche occasioni degli uomini di Perrone terminano a lato per l'imprecisione di Sandomenico prima e Perna dopo. Termina 1-1 il confronto tra L'Aquila e Arezzo con gli abruzzesi che si confermano bestia nera degli amaranto in questa stagione. L'AQUILA (3-5-2): 1 Scotti; 2 Sanni, 5 Anderson, 4 Cosentini; 7 Sandomenico, 8 Di Francesco, 6 Bensaja, 10 M.Mancini, 3 Piva; 9 De Sousa (13' st 15 Milicevic), 11 Perna (40' st 18 Stivaletta).

A disposizione: 12 Savelloni, 13 Bigoni, 14 Ligorio, 16 Triarico, 17 Palestini, 19 A.Mancini, 20 Ceccarelli.

Allenatore: Carlo Perrone. AREZZO (4-3-1-2): 1 Baiocco; 5 Carlini, 2 Panariello, 3 Madrigali, 6 Sabatino; 7 Feola, 8 Capece, 4 Benedetti (20' st 15 Gambadori); 10 Tremolada; 9 Cori (27' st Defendi), 11 Bentancourt (37' st 19 Calabrese).

A disposizione: 12 Ronchi, 13 De Martino, 14 Milesi, 16 Brumat, 17 Bernardini, 18 Pugliese, 20 Masciangelo, 22 Garbinesi.

Allenatore: Ezio Capuano.

Indisponibili: Ceria, Monaco.

ARBITRO: Alessandro Meleleo di Casarano (Benedettino di Bologna - Campitelli di Termola).

RETI: pt 33' Tremolada rig; st 24' Sandomenico.

Note - Recupero: 0' + 3'. Angoli: 5 a 1 per L'Aquila. Ammoniti: pt 31' Bensaja. Lega Pro girone B 19° giornata

Santarcangelo - Carrarese 2-0.

Spal - Rimini 1-0.

Pisa - Teramo 1-2.

Ancona - Prato 3-2.

Tuttocuoio - Pontedera 0-2.

Lupa Roma - Lucchese 0-2.

Savona - Maceratese 4-2.

Siena - Pistoiese, domenica ore 17:30. Articoli correlati:

Le classifiche

Twitter @MatteoMarzotti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arezzo, occasione sprecata. Tremolada gol e rigore fallito, Sandomenico firma il pari (1-1)

ArezzoNotizie è in caricamento