rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Politica

Il bilancio di un anno di consiglio del M5S: "Maggioranza ampiamente insufficiente"

Punto per punto gli atti di indirizzo e le interrogazioni presentate su specifici temi

"Sufficientemente soddisfatti del nostro consigliere, ma il lavoro della maggioranza è ampiamente insufficiente". Così il gruppo M5S di Arezzo inizia il suo bilancio di un anno di consiliatura. 

Un anno fa infatti entrò in consiglio comunale Michele Menchetti, eletto nella lista dei pentastellati: "Ad un anno dall'entrata in consiglio comunale del nostro consigliere portavoce M5S Michele Menchetti, riteniamo corretto e trasparente fornire un resoconto del lavoro svolto, nell'interesse di tutta la città ed in particolare dei cittadini che alle ultime elezioni comunali ci hanno dato fiducia con il loro voto. Se possiamo definirci sufficientemente soddisfatti del lavoro da noi svolto in consiglio comunale, certo non possiamo avere lo stesso giudizio per il lavoro svolto dalla maggioranza, che per noi è ampiamente insufficiente."

Il giudizio negativo sulla maggioranza

"Ricordiamo tra i maggiori flop l'immediata uscita di Arezzo dalla lista delle dieci città candidate per diventare capitale italiana della cultura per il 2022; la perdita di altre tre posizioni - classificandosi 54° - nella classifica "Ecosistema Urbano 2020" redatta da Legambiente in collaborazione con Ambiente Italia e Il Sole 24 Ore, che riguarda le performance ambientali di 104 capoluoghi di provincia italiani."

Il lavoro in consiglio comunale di Menchetti

"Su Giulio Regeni: il nostro atto di indirizzo è stato appoggiato dalla minoranza e votato favorevolmente dal consiglio comunale per cui Giulio avrà intitolata una via di Arezzo per ricordarlo alle prossime generazioni."

"Sul turismo: abbiamo spesso trattato dei problemi del turismo aretino, problemi legati all'accoglienza (bagni pubblici, deposito bagagli, ufficio del turismo) in quanto per il resto la nostra città è ricchissima di storia, arte e cultura. Giunta non pervenuta."

 "Da mesi stiamo aspettando di trattare il tema delle comunità energetiche in consiglio comunale. Le comunità energetiche devono essere una priorità di tutte le amministrazioni locali."

"L'atto di indirizzo, con cui vogliamo l'impegno del Comune a mettere a dimora un albero per ogni persona deceduta durante questi ultimi due anni di Covid, è stato approvato da tutto il consiglio comunale, ma per adesso non v'è traccia di nuove piantumazioni."

"Il nostro emendamento accolto alla delibera n. 9737/2020 sulla trasparenza nella nomina dei responsabili delle società partecipate dal Comune vuole privilegiare la competenza dei candidati."

"Con l'atto di indirizzo sul quartiere Saione presentato lo scorso 11 gennaio 2021 chiedevamo atti concreti sulla sicurezza ed il rilancio economico di questa zona di Arezzo, insieme a Campo di Marte e parco del Pionta, che purtroppo è lasciata totalmente allo sbando, fatta eccezione per sparuti blitz delle forze dell'ordine che portano risultati solamente temporanei."

"L'atto di indirizzo sullo stadio presentato nel mese di luglio voleva essere uno spunto per riflettere su cosa vogliamo dal nostro principale impianto sportivo cittadino. Vogliamo valorizzarlo o lasciarlo morire piano piano?"

"Su Coingas e Multiservizi abbiamo aderito alla richiesta della minoranza di far costituire il Comune di Arezzo parte civile nel processo."

"La nostra mozione sull’accessibilità universale è stata bocciata dalla maggioranza con un silenzio così assordante da farci sorprendere di tanta insensibilità circa le necessità dei diversamente abili."

"Sull'ambiente, abbiamo voluto approfondire e capire la posizione effettiva dell’assessore attraverso una richiesta al segretario generale sulla sua nomina. Nonostante l’impiego a Csai dell’assessore, pare che per la normativa non ci sia alcun conflitto di interesse con la sua delega alla gestione del ciclo dei rifiuti."

"Abbiamo preso parte alla raccolta firme ai vari gazebo contro la propaganda antifascista che si sono tenuti ad Arezzo."

"Abbiamo partecipato al gruppo “Arezzo non ha bisogno di fondazioni.”

"Abbiamo dato assistenza e aiuto al fine di creare un punto informativo per coloro che chiedessero informazioni sul superbonus del 110%."

"Abbiamo presentato numerose interrogazioni, portate all'attenzione del consiglio comunale grazie alle segnalazioni forniteci da singoli cittadini, associazioni, enti che hanno riguardato l’ambiente, la scuola, il sociale, i rifiuti, le mense, gli immobili di proprietà comunale non utilizzati, gli immobili in condizioni fatiscenti nel Parco del Pionta, i lavori non eseguiti alle case popolari."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bilancio di un anno di consiglio del M5S: "Maggioranza ampiamente insufficiente"

ArezzoNotizie è in caricamento