Scuolabus comunale: come fare domanda

La procedura e i costi per accedere al servizio

Lo scuolabus, ovvero il servizio di trasporto scolastico, è il servizio di scuolabus consiste nell'accompagnamento degli alunni da casa a scuola e viceversa. La gestione del servizio è sia diretta che in affidamento ad aziende specializzate nel trasporto di persone.

E' rivolto agli alunni che frequentano la scuola dell’infanzia, la scuola primaria, la scuola secondaria di primo grado, residenti nel territorio comunale fuori dal centro urbano e distanti più di un chilometro dalla sede della scuola più vicina al proprio domicilio.

Come accedere al servizio

E' necessario procedere con una domanda individuale da presentare online, entro il periodo stabilito dal bando che solitamente esce nel mese di maggio (saranno accolte eventuali domande presentate fuori termine purché non comportino modifiche ai percorsi ed ulteriori costi per l’Amministrazione Comunale). L'iscrizione al servizio deve essere rinnovata ogni anno scolastico. Se le informazioni fornite nella domanda d'iscrizione dovessero subire variazioni, queste devono essere tempestivamente comunicate all'Ufficio Gestione Servizi Educativi. L'accettazione della domanda viene comunicata ai richiedenti dopo che un'apposita Commissione ha effettuato le verifiche necessarie sulla sussistenza dei requisiti in base al Regolamento vigente.

I costi

Il servizio prevede una quota di iscrizione annuale di € 54,17 e una retta mensile di € 38,56. Gli utenti, residenti nel Comune di Arezzo, possono ottenere agevolazioni tariffarie sulla retta presentando richiesta allo Sportello Unico autocertificando la propria situazione Isee, ai sensi del DPCM 159/2013, sulla base di una Dichiarazione Sostitutiva Unica che il cittadino può compilare direttamente sul sito dell'INPS www.inps.it, oppure presso i CAAF (centri di assistenza fiscale).

Il pagamento del servizio, comprensivo della tassa d'iscrizione e dell'importo  annuale, è suddiviso in due rate con scadenza nei mesi di dicembre e marzo. I bollettini saranno inviati al domicilio e potranno essere pagati mediante bollettino postale premarcato presso tutti gli Uffici Postali oppure telematicamente accedendo al portale www.poste.it e, attraverso l'area specifica "bollettino premarcato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus: 1.892 nuovi casi e 44 decessi. I dati della Regione Toscana

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento