"Se non puoi essere il sole, sii una stella". L'ultimo giorno di scuola per gli alunni di Pergine

Una mattina all'insegna della commozione e dell'emozione pur nel pieno rispetto del distanziamento sociale e di tutte le prescrizioni per la sicurezza

"Se non puoi essere il sole, sii una stellaSii sempre il meglio di ciò che sei...". Questo è il messaggio di saluto e di augurio che le insegnanti hanno rivolto ai loro alunni questa mattina nel campo sportivo di Pergine Valdarno. Alunni di quinta elementare e terza media della scuola di Pergine, Istituto Comprensivo di Bucine. Una mattina all'insegna della commozione e dell'emozione pur nel pieno rispetto del distanziamento sociale e di tutte le prescrizioni per la sicurezza, anche grazie al supporto della protezione civile, la Racchetta.

Ai ragazzi e alle ragazze è andato il pensiero del sindaco Simona Neri. 

"I ragazzi: dobbiamo pensare a loro, e non solo in questo momento di chiusura d’anno scolastico, spesso non si accorgono dell'importanza di alcune fasi della vita ed a distanza di tempo ricordano con tanta nostalgia gli anni delle elementari, delle medie. È nostra responsabilità aiutarli a chiudere i cicli e a guardare al futuro. Tutto è, tutto è stato separazione. Oggi più che mai la scuola ha dovuto immergersi nella realtà e questa mattinata forse ha contribuito a prendere consapevolezza di un traguardo raggiunto, imparando a godersi un momento di saluto così semplice ma così difficile, quindi prezioso".

L'epidemia ha portato i ragazzi a fare drammatiche rinunce ha sottolineato il sindaco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Questo momento va anche sfruttato per insegnare loro a gestire al meglio la frustrazione, fornendogli vicinanza per affrontare questo momento doloroso, e per fargli capire che esistono delle regole da rispettare. La nostra presenza qui allo stadio, la mia e quella dell'Assessore Elisabetta Chiera, ha voluto confermare il nostro impegno e supporto per organizzare al meglio gli spazi didattici per il nuovo anno scolastico ma soprattutto siamo qui per ringraziarli, uno ad uno: siete stati eccezionali bambini, con i vostri sacrifici e le vostre rinunce avete contribuito e state continuando a contribuire, con grande responsabilità a sconfiggere il virus. A voi va tutta la nostra riconoscenza."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse per il ballottaggio. Dura lettera di un gruppo di genitori: "Un altro stop è vergognoso"

  • "Grazie per averci ospitato nella vostra scuola", nella lavagna il messaggio dei poliziotti dopo le elezioni

  • Come ordinare i libri scolastici e averli a casa in 24 ore

  • Accoglienza per le matricole, intervalli doppi e mascherine: così il primo giorno di scuola nell'Aretino

  • Tamponi negativi, riprendono le lezioni in presenza nelle classi di Rassina dopo il caso di Covid

  • Scuola: di nuovo in classe, il provveditore: "Portate l'entusiasmo negli zaini"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento