Giovedì, 24 Giugno 2021
Eventi

Giornata della Memoria: gli eventi aretini. Iniziativa spontanea: "Lasciamo un fiore"

Tanti eventi, nonostante la pandemia, sono organizzati per oggi, Giornata della Memoria

Il Campaccio

Il Giorno della memoria fu istituito dalla legge 20 luglio 2000, n. 211 per di ricordare lo sterminio del popolo ebraico, le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. Tanti gli eventi organizzati nonostante la pandemia in corso. Tutti rigorosamente nel rispetto del distanziamento fisico anti-covid.

Le medaglie d'onore del Presidente della Repubblica

In Prefettura, senza pubblico, ma con alcune autorità presenti, si terrà alle 11,00 la cerimonia di consegna delle Medaglie d’Onore del Presidente della Repubblica, concesse ai cittadini italiani, civili e militari, deportati e internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto durante la Seconda Guerra Mondiale.

Le Medaglie d’Onore, alla memoria, sono state concesse in favore di: Mario Armandi nato ad Arezzo il 29/04/1914 internato presso “M. Stammlager XIII D” dal 13/4/1944 al 8/5/1945. Il riconoscimento sarà ritirato dal figlio Luigi. Elio Rossi nato a Monte San Savino il 8/6/1918 deportato dal 8/9/1943 al 1/6/1945. La medaglia sarà ritirata dal figlio Fabio insieme ai fratelli Luciana e Franco. Vittorio Vannacci nato a Pistoia il 30/04/1909 internato presso “Neubrandemburg, Echthausen, Himmelphorten, Angelsdorf, Bonn, Hokenstei” dal 19/9/1943 al 1/1/1945. La medaglia sarà ritirata dal figlio Luciano. In ottemperanza alle disposizioni attualmente vigenti, la celebrazione avverrà in assenza di pubblico, alla presenza di un numero ristretto di autorità. 

Il Comune di Arezzo al Campaccio

Cerimonia ufficiale nell’occasione del Giorno della Memoria mercoledì 27 gennaio alle 12 presso il parco Ducci, dove sorge l’albero ai cui piedi è posta la targa a ricordo del “campaccio”, il vecchio cimitero aretino degli ebrei. Quest’anno, causa pandemia, la tradizionale deposizione della corona d’alloro da parte del sindaco Alessandro Ghinelli avverrà alla presenza solo delle più alte autorità.

Dai social, l'iniziativa spontanea

fiore-memoriaDai social arriva anche un'iniziativa spontanea nata per la Giornata della Memoria. Chiunque voglia partecipare lasci il fiore preferito al Cimitero degli Ebrei, dalle ore 11 in poi e senza assembramenti. "Un piccolo gesto individuale con il quale ognuno può celebrare in modo sentito il Giorno della Memoria".

Castiglion Fiorentino

Il Gruppo Consiliare “Città al Centro” di Castiglion Fiorentino ha scelto di individuare simbolicamente proprio la data del 27 Gennaio come quella per la promozione ufficiale della raccolta di firme per la presentazione di una Legge di iniziativa popolare contro la diffusione di messaggi ed oggetti con simboli fascisti e nazisti. Il punto di ritrovo, presso il quale sarà garantito il rispetto delle normative contro la diffusione del virus, sarà presso un ambiente in Corso Italia 80 gentilmente messo a disposizione dai proprietari e la raccolta firme durerà dalle 16 alle 18,30. Successivamente sarà comunque possibile aderire all’iniziativa fino al 31 Marzo, contattando personalmente il capogruppo di “Città al Centro”, Rossano Gallorini e gli altri consiglieri comunali, Claudio Bonci e Danilo Serafini. Inoltre rimane sempre valida la possibilità di apporre la propria firma anche presso la Segreteria del Comune di Castiglion Fiorentino, previo appuntamento telefonico; “Città al Centro” esprime la propria soddisfazione per il fatto che già diversi cittadini hanno usufruito di questa possibilità segno anche dell’ attualità della Proposta di Legge, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale lo scorso 20 Ottobre.

Castel Focognano

L’amministrazione comunale di Castel Focognano celebra la Giornata della Memoria per commemorare le vittime dell’Olocausto e della Shoah nel 76esimo anno dalla liberazione del campo di sterminio di Auschwitz e si stringe nel ricordo di un passato che abbiamo il dovere di non dimenticare.

“E’ importante tenere vivo il ricordo di una drammatica pagina della storia contemporanea, ricordare milioni di vittime innocenti dell’Olocausto per riflettere sul presente affinché gli errori del passato non si ripetano mai più. Per questo partecipiamo a questa giornata con le parole del Presidente Sergio Mattarella, riportate nella grande locandina posta davanti al palazzo comunale, vicino alla lapide a ricordo delle vittime dei campi di concentramento: Mai più privazione della libertà… mai più negazione dei diritti umani. Mai più razzismo, odio, intolleranza. Questo messaggio deve arrivare forte soprattutto alle giovani generazioni perché il miglior modo di ricordare consiste soprattutto nell’impegno alla costruzione di un futuro migliore” ha dichiarato il sindaco di Castel Focognano Lorenzo Remo Ricci.

Monte San Savino

Nonostante il periodo ancora fortemente condizionato dall'emergenza sanitaria il Comune di Monte San Savino celebra il Giorno della Memoria nel ricordo delle vittime dell'olocausto e della barbarie nazista con una serie di iniziative. Con esse si intende sottolineare l'importanza di questa giornata per una comunità come quella savinese che ha forti legami storici con il mondo ebraico e, nel corso dell'occupazione nazista, ha dovuto subire atroci sofferenze.

Nel centro storico, attraverso il sistema di filodiffusione cittadino, saranno proposti una serie di brani musicali a tema. Un'idea nata nel 2020 che viene riproposta visti i positivi riscontri ricevuti, insieme con la simbolica illuminazione in colore rosso della Torre del Cassero.

Agli alunni delle scuole del territorio saranno inoltre distribuite una serie di cartoline commemorative, mentre gli studenti delle 3° classi medie riceveranno una copia del libro di Primo Levi “Se questo è un uomo”.

Giovedi 28, grazie alla collaborazione con Officine della Cultura e Associazione Salomon Fiorentino, sarà proposto il concerto “Romanò Simchà – festa ebraica rom” che dal Teatro Verdi di Monte San Savino verrà trasmesso via web alle ore 21.30. 

Lo spettacolo sarà portato in scena da Enrico Fink, Santino Spinelli, i solisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo e l’Alexian Group. Nel corso della mattinata è prevista anche una esecuzione speciale per le scuole che sarà introdotta dal saluto del Sindaco Margherita Scarpellini.

In questo frangente siamo a un primo importante passo che, sottolineando la ricorrenza del 27 Gennaio inaugura (purtroppo solo virtualmente) la nuova stagione teatrale promossa dal Comune con Fondazione Toscana Spettacolo onlus, Officine della Cultura e l'azienda speciale MonteServizi, con l'ovvio auspicio di poter tornare il prima possibile ai tradizionali spettacoli in presenza.

Sono stati inoltre installati in questi giorni 3 nuovi cartelli segnaletici e una targa in corrispondenza del monumento  in memoria di Luigi Carletti, cittadino savinese partigiano del gruppo “Monte Amiata”, membro dell’Azione Cattolica e laureando in legge trucidato dai nazisti nei boschi di San Poerino  a soli 23 anni, il 2 Luglio del 1944.

L'Amministrazione vuole infine sottolineare l'importanza della Medaglia d'onore alla memoria che, sempre in concomitanza con la data del 27 Gennaio, sarà assegnata dal Prefetto a Elio Rossi, nato a Monte San Savino il 8/6/1918 e deportato nel lager nazisti dal 8/9/1943 al 1/6/1945. La medaglia sarà ritirata nel corso di una cerimonia in Prefettura dal figlio Fabio insieme ai fratelli Luciana e Franco.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata della Memoria: gli eventi aretini. Iniziativa spontanea: "Lasciamo un fiore"

ArezzoNotizie è in caricamento