Cultura Giovi-Chiassa / Giovi

Un concerto nel nome di Federico Bindi. Sul palco l'Orchestra Multietnica

Durante la serata sarà possibile partecipare con donazioni al funerale di Dragan

Un omaggio ad un vecchio amico. Ad uno dei soci fondatori. Ad un uomo il cui nome è legato indissolubilmente all'universo no-profit.

E' in calendario per domani, sabato 27 ottobre, lo spettacolo dell'Orchestra Multietnica di Arezzo al centro sociale di Giovi. Un momento particolare e durante il quale la figura di Federico Bindi sarà omaggiata e ricordata da tutti i presenti.

Il concerto ha una valenza tutta speciale per l'Orchestra Multietnica. Federico Bindi è stato un importante socio di Officine della Cultura (la cooperativa in cui è nata e cresciuta l’Oma) e per i suoi 20 anni di attività le Officine vogliono ricordarlo in questo modo.

La serata, il cui ricavato sarà utilizzato per il centro diurno di accoglienza per persone senza fissa dimora, avrà questa volta un intreccio di gusti e emozioni toscani e multietnici: da una parte la musica dell’Orchestra che farà fare ai presenti un viaggio intorno al mondo visitando culture e tradizioni diverse, dall’altra una cena che farà assaporare le usanze della Toscana.

Durante la serata sarà possibile partecipare con un’offerta libera alla raccolta fondi per sostenere il funerale di Dragan, senzatetto purtroppo scomparso qualche giorno fa, utente occasionale del centro diurno della Fraternità.

Appuntamento a Giovi dalle 22 con la musica di OMA.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un concerto nel nome di Federico Bindi. Sul palco l'Orchestra Multietnica

ArezzoNotizie è in caricamento