Economia

Emergenza sanitaria e settore alimentare: “Oltre il Covid” racconta Alemas

Il quinto appuntamento della rassegna digitale sarà dedicato all’azienda cortonese di carni bianche: l’appuntamento è in programma giovedì 3 giugno, alle 10.30, sulla pagina facebook di Studio Astra

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ArezzoNotizie

Idee e strategie dal tessuto economico aretino per superare le difficoltà dell’emergenza sanitaria. A proporle è la rassegna digitale “Oltre il Covid. Sopravvissuti? No, evoluti” che, promossa dall’agenzia Studio Astra di Arezzo, sta condividendo una serie di video-interviste ad imprenditori e a dirigenti impegnati in diversi settori per raccontare storie positive di aziende locali che, con creatività e tenacia, sono riuscite a reagire e a ripartire. Il quinto appuntamento è in programma alle 10.30 di giovedì 3 giugno, sulla pagina facebook dello stesso Studio Astra, con un approfondimento sul mondo alimentare insieme all’azienda cortonese di carni bianche Alemas.

Il protagonista della video-intervista sarà il responsabile di produzione e logistica Andrea Lazzeri che illustrerà i cambiamenti vissuti dal settore avicolo che il Covid19 ha costretto ad una profonda riorganizzazione. Alemas rivolge le proprie carni soprattutto verso la Grande Distribuzione Organizzata che ha proseguito l’attività anche nei mesi di lockdown della scorsa primavera e, di conseguenza, ha continuato a lavorare per assecondare i bisogni dei consumatori e per rispondere con prontezza alle loro richieste. Le maggiori criticità sono state la riorganizzazione del personale, l’adeguamento alle normative in costante evoluzione, il mantenimento dei rapporti con i fornitori e l’impossibilità di prevedere le evoluzioni del mercato, accusando soprattutto difficoltà logistiche nella corretta gestione della rete di quindici allevamenti diffusi tra le provincie di Arezzo, di Siena e di Grosseto. Una sempre più marcata attenzione è stata però rivolta verso il mantenimento di criteri di alta qualità delle carni e verso la comunicazione per consolidare il brand con una strategia integrata per sfruttare le potenzialità offerte dal web e per rafforzare immagine e posizionamento dei prodotti.

«Il punto di forza della nostra azienda - spiega Lazzeri, - è la “toscanità” che è garantita dalla diffusione di allevamenti sul territorio regionale e da un ciclo produttivo che si svolge tutto in regione, rivolgendo l’attenzione al benessere di animali. Questo principio è stato al centro delle nostre strategie commerciali e comunicative anche nel corso dell’emergenza sanitaria, per presentare con sempre più decisione i valori in termini di qualità e salubrità delle nostre carni: in quest’ottica, il lavoro degli ultimi anni per consolidare il brand Alemas ha sicuramente giocato un ruolo fondamentale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza sanitaria e settore alimentare: “Oltre il Covid” racconta Alemas

ArezzoNotizie è in caricamento