rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca Sansepolcro

Aveva rapinato due ragazzi fingendosi un affiliato della 'ndrangheta. Arrestato e condannato

Finisce in carcere l'uomo che era stato beccato dai carabinieri lo scorso ottobre. Ieri la sentenza del tribunale

Condannato a 2 anni e 8 mesi di carcere il rapinatore ventenne che si era spacciato per un appartenente alla 'ndrangheta calabrese. 

Il giovane, un italiano residente nella provincia di Perugia, venne arrestato dai carabinieri di Sansepolcro la notte dello scorso 16 ottobre. Aveva tentato di bloccare l’auto condotta da un ragazzo, di ritorno da una serata trascorsa in compagnia della fidanzata. Il malvivente inseguì a lungo la vettura della coppia, per poi desistere quando in lontananza comparve una pattuglia dei militari.

Non contento, cambiò obiettivo, questa volta avvicinandosi a una coppia di giovani seduti su una panchina a Largo Porta del Ponte di Sansepolcro. "Sono della ‘ndrangheta - avrebbe detto - e con me ci sono altri del clan. Se non mi date tutti i soldi che avete, li vado a chiamare e vi ammazziamo”. Dentro portafogli e borsetta però c'erano pochi euro e il rapinatore, dopo aver rifilato uno schiaffo alla ragazza, le portò via gli occhiali da vista che indossava.

All’epoca dei fatti, le ricerche dei carabinieri portarono all’immediato arresto del rapinatore, successivamente liberato in attesa del giudizio da parte della magistratura che è arrivato ieri mattina, con un provvedimento restrittivo in carcere eseguito sempre dai militari biturgensi in collaborazione con i colleghi del nucleo investigativo di Arezzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva rapinato due ragazzi fingendosi un affiliato della 'ndrangheta. Arrestato e condannato

ArezzoNotizie è in caricamento