menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non sarà l'hotel Planet a ospitare i pazienti Covid lievi. Ghinelli: "La Asl mi ha detto di cercare un'altra struttura"

Mancherebbero alcuni requisiti essenziali, il sindaco dovrà indicare una soluzione alternativa. Il direttore generale della Asl Antonio D'Urso ha annunciato la seconda guarigione completa della provincia di Arezzo

Non sarà l'albergo Planet di Rigutino la sede di una struttura - gestita dalla Asl - destinata ad ospitare pazienti Covid ma con sintomi lievi all'interno del comune di Arezzo. E' infatti previsto l'allestimento di una sorta di "albergo sanitario", all'interno del quale contagiati da Coronavirus non gravi possano trascorrere il proprio tempo fino alla guarigione. Una sorta di "casa" (ma con visite quotidiane da parte di infermieri) per chi non può stare in isolamento domiciliare tra le mura domestiche, perché magari la propria residenza è piccola per mantenere la corretta distanza dai conviventi.

Lo hanno annunciato oggi in videoconferenza il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli e il direttore della Asl Toscana Sud Est Antonio D'Urso nel consueto punto serale sull'emergenza.

La polemica di Ghinelli

Nei giorni scorsi, Ghinelli aveva polemizzato sulla scelta della Asl, che aveva individuato l'hotel Planet come destinazione di questa struttura.

"Mi era stata semplicemente comunicata l'avvenuta decisione, ho chiesto pertanto all'Azienda sanitaria - ha detto Ghinelli - di valutare se esistessero tutte le condizioni di sicurezza per adibire il Planet ad albergo sanitario. La Asl ha successivamente valutato che mancavano alcuni requisiti. Il direttore D'Urso mi ha chiesto di individuare una nuova sede, nel comune, per questo servizio. E' una responsabilità, ma lo faremo".

ghinelli-durso-2

Fino a 44 posti in terapia intensiva

D'Urso dal canto suo ha puntualizzato alcuni numeri sull'ospedale San Donato, uno degli unici due nosocomi (assieme a Grosseto) destinati ai positivi Covid dell'area vasta. "L'ospedale è quasi interamente destinato ai pazienti Covid. Sono funzionanti ancora Cardiologia e Maternità. Siamo ben attrezzati per rispondere a un'impennata di casi, anche in considerazione del fatto che riceviamo pazienti da fuori provincia. Abbiamo infatti 12 posti in terapia intensiva. Al momento 11 sono occupati. Ma abbiamo la possibilità di allestire altri 32 posti del genere, arrivando fino a 44".

Due guariti in provincia di Arezzo

D'Urso ha infine reso noto il numero dei guariti in provincia di Arezzo. Finora ce n'era stato uno, oggi è arrivata la notizia della seconda guarigione completa nell'Aretino, si tratta di un paziente della Valdichiana. In tutto nella Asl Toscana Sud Est oggi ci sono 891 positivi, ieri erano 898 (per effetto dei guariti e dei deceduti). La stragrande maggioranza dei pazienti si trova al proprio domicilio (746) mentre 133 sono ricoverati, di questi 20 sono in terapia intensiva (11 ad Arezzo, gli altri a Grosseto). Dall'inizio dell'emergenza i decessi sono stati 27, per lo più a Siena (12). Ad Arezzo sono stati 8 e a Grosseto 7. Tutti i morti positivi al coronavirus avevano un quadro clinico piuttosto complicato, in maggioranza erano ultraottantenni. I guariti sono 28: 26 a Siena e 2 a testa a Grosseto e Arezzo; hanno tra i 20 e i 70 anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

social

L'opera in cui c'è la città di Arezzo dietro al Cristo crocifisso. E la storia della chiesa che la ospita

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento