rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca

Halloween, notte di feste e movida. Poponcini: "Pronti per i controlli anti alcol. L'aiuto delle famiglie è fondamentale"

L'appello del comandante della Polizia Municipale di Arezzo. In centro attesi dai due ai tremila giovanissimi per la notte da brivido

Feste private, appuntamenti nelle piazze cittadine. Dopo quasi due anni di chiusure, locali che tornano a riempirsi. La notte di Halloween che sta per iniziare, metterà alla prova la città. Da un lato la legittima voglia di divertirsi dei più giovani, dall'altra il timore che la situazione possa degenerare, complice l'entusiasmo dopo lo stop forzato causato dalla pandemia, ma anche il rischio di abuso di alcol che potrebbe verificarsi. 

Dopo l'esperienza di alcuni anni fa, quando proprio nella notte da brivido ci furono numerosi casi di giovanissimi che finirono in coma etilico (nel 2017 furono 20 interventi da parte del 118 per malori accusati in seguito all'abuso di alcolici e otto dei ragazzi soccorsi avevano meno di 15 anni), la città si sta preparando per scongiurare episodi simili. 

Come? Con un tavolo di sicurezza nel quale le forze dell'ordine sono state coinvolte nel controllo del territorio in questa lunga serata. 

"Noi avremo anche personale in borghese - spiega Aldo Poponcini, comandante della Polizia Municipale di Arezzo - sul territorio. Pronto a tenere d'occhio le piazze e verificare che la distribuzione di alcolici sia fatta in modo corretto. Siamo preoccupati soprattutto per il rischio di incidenti stradali che si potrebbero verificare all'alba".

Dopo la festa, dopo il divertimento, quel bicchiere in più potrebbe avere conseguenze devastanti. Per questo tutte le forze dell'ordine sono state coinvolte nei controlli e saranno presenti nel territorio. 

"Le aree più movimentate del centro storico vedranno la nostra presenza: in modo discreto, ma ci saremo. Piazza della Badia, piazza San Francesco, piazza Sant'Agostino, sono tutti punti caldi della città dove stimiamo si riverseranno dai due ai tremila giovani. Tanti di loro saranno giovanissimi.  Per questo facciamo un appello alle famiglie aretine: parlate con le vostre figlie e con i vostri figli. Cercate di capire il programma della loro serata e fate capire loro che l'alcol non è divertimento. Noi possiamo controllare, ma l'aiuto delle famiglie è importantissimo per rendere questa serata divertente senza che degeneri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Halloween, notte di feste e movida. Poponcini: "Pronti per i controlli anti alcol. L'aiuto delle famiglie è fondamentale"

ArezzoNotizie è in caricamento