Cronaca

"Non ci si può mettere a giocare a calcetto". E Ghinelli chiude i parchi di Arezzo

L'annuncio del primo cittadino per la giornata di domenica 15 marzo. Altre quindici persone denunciate dalla polizia municipale perché sorprese fuori senza motivo. Fronte mascherine: "Ci stiamo attivando per una fornitura dall'Asia"

Tradizionale resoconto di fine giornata del sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli che, in diretta Facebook, ha annunciato la chiusura dei parchi cittadini nella giornata di domani, domenica 15 marzo, e la denuncia di 15 persone che hanno contravvenuto al divieto di uscire solo con un motivo giustificato. Il sindaco ha anche aggiornato i concittadini sul fronte mascherine, che ad Arezzo, come nel resto d'Italia, stanno scarseggiando.

I numeri dei contagiati

Come riferito dalla Asl, ci sono stati 19 ulteriori contagi rispetto all'ultimo report di ieri. Ad Arezzo città ci sono quattro nuovi casi, per un totale che passa da 11 a 15. Mentre passano da 378 a 399 i quarantenati. "A metà della prossima settimana è probabile ci sia un picco", ha detto Ghinelli, valutando comunque in modo positivo la situazione aretina rispetto a quella nazionale.

Mascherine

Si sta lavorando alacremente per trovare le mascherine - ha detto il sindaco -. I soggetti istituzionali non possono vendere che quelle certificate Ue e alle farmacie, questi prodotti, arrivano con difficoltà. Bisogna avere pazienza. Ma ci sono categorie di lavoratori che devono avere priorità all'accesso. Esempio: gli operatori della polizia municipale. Un ipotetico contagio di un agente sarebbe un problema grosso: ci sarebbe un blocco di persone, suoi contatti stretti al lavoro, costretto all'isolamento. E un servizio essenziale sarebbe messo in crisi. In ogni caso, se arriva un carico di mascherine non certificate Ue, daremo quelle. Il presidente di Coingas Scortecci è in contatto con un produttore asiatico per una fornitura di mascherine non marcate Ue a prezzi bassi, quando arriveranno le mettiamo a disposizione delle categorie più delicate ed esposte. Un'altra categoria del genere è quella dei lavoratori di Multiservizi, perché le tumulazioni non si fermano. Gli operai sono divisi in squadre di due turni, al momento.

Le denunce della Polizia municipale

Ghinelli ha anche spiegato che nella sola giornata di oggi sono state denunciate 15 persone dalla polizia municipale di Arezzo, sorpese fuori, per strada o in macchina, senza un giustificato motivo. Oggi sono stati inoltre controllati 220 veicoli in entrata e in uscita dal capoluogo. "Sono andato al mercato di via Giotto - ha aggiunto - e mi si è stretto il cuore nel vederlo mezzo vuoto. Ma i banchi presenti sono stati frequentati correttamente e quindi il mercato non si chiuderà".

Parchi chiusi

"Tuttavia risulta particolarmente complicato tenere in casa i ragazzi, capisco che non è facile ma bisogna farlo", ha detto Ghinelli. "Purtroppo ci sono partite a calcetto e non va bene. Così per la giornata di domani, domenica 15 marzo, abbiamo deciso di chiudere i parchi cittadini: Pionta, Ducci, Pertini, Via Arno e Villa Severi. Così togliamo parte della tentazione. Si può uscire ma in solitaria. I cimiteri invece restano aperti, per il momento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non ci si può mettere a giocare a calcetto". E Ghinelli chiude i parchi di Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento