Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca

Nel carcere minorile l'aggressore del disabile alle scale mobili: protagonista di altri episodi violenti

In via Pietri contro un disabile, a Sant'Agostino e alla Multisala. Almeno tre le aggressioni in cui è stata riscontrata la violenza da parte del ragazzo non ancora maggiorenne che è stato trasportato nel carcere minorile di Firenze

Immagine di repertorio fornita dalla Polizia di Stato

In via Pietri contro un disabile, a Sant'Agostino e alla Multisala colpendo gravemente altri ragazzi. Almeno tre le aggressioni in cui è stata riscontrata la violenza da parte del ragazzo non ancora maggiorenne che è stato trasportato nel carcere minorile di Firenze.

Gli agenti della squadra mobile hanno eseguito, nel tardo pomeriggio di ieri, l'ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere a carico del minorenne coinvolto nell'aggressione del minore disabile e avvenuta al parcheggio Pietri nella notte tra il 2 e il 3 settembre scorso.

L'ordinanza è stata emessa dal Gip del tribunale dei minorenni di Firenze Silvia Chiarantini su richiesta del procuratore della repubblica Antonio Sangermano. Il ragazzo, insieme a un amico 17enne, era già stato identificato e denunciato, proprio in seguito all'aggressione del 16enne alle Scale Mobili. A loro erano stati sequestrati anche i cellulari.

La decisione del giudice è scaturita dalla posizione del giovane aggravata dal suo coinvolgimento negli altri due episodi in cui ha mostrato un'indole particolarmente violenta e socialmente pericolosa, anche avvalendosi della forza intimidatoria del gruppo di cui faceva parte e con il quale agiva in queste circostanze.

Il primo episodio in cui il ragazzo è stato protagonista risale a fine agosto. L'arrestato aveva aggredito per futili motivi un 24 enne al cinema Multisala. Aveva sferrato pugni al volto e sulle orecchie provocando lesioni giudicate guaribili dai sanitari in 19 giorni.

Il secondo episodio è quello di piazza Sant'Agostino avvenuto nei primi giorni di settembre. Il minorenne violento ha preso di mira in questo caso addirittura un 44enne aretino. 

L’uomo, mentre passeggiava in piazza Sant’Agostino, era stato avvicinato da un ragazzo che gli aveva chiesto una sigaretta. La vittima, mentre ne estraeva una per porgergliela era stato derubato dell'intero pacchetto. Alle sue rimostranze veniva colpito con un forte colpo sul volto che gli procurava la rottura del setto nasale. Anche in questo caso le indagini eseguite dagli investigatori della Squadra Mobile, hanno permesso di identificare l’autore del grave fatto nello stesso minorenne già identificato come responsabile dell’aggressione presso il cinema Multisala e di quella avvenuta ai danni del minore con disabilità. Per questo l’arrestato, al termine delle formalità, è stato condotto presso l’Istituto Penale per i Minorenni di Firenze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel carcere minorile l'aggressore del disabile alle scale mobili: protagonista di altri episodi violenti

ArezzoNotizie è in caricamento