Attualità

Primo sabato di stretta sugli alcolici: rivoluzione nella movida. Commercianti a caccia di informazioni e dell'avviso da esporre

L'ordinanza è stata firmata ieri mattina, è già in vigore e questo che sta per arrivare sarà il primo sabato sera  di stretta sugli alcolici per gli aretini. Uno scossone alla movida che si è verificato in meno di 48 ore.  Uno scossone per gli...

movida-alcol-giovani

L'ordinanza è stata firmata ieri mattina, è già in vigore e questo che sta per arrivare sarà il primo sabato sera di stretta sugli alcolici per gli aretini. Uno scossone alla movida che si è verificato in meno di 48 ore. Uno scossone per gli esercizi del centro e non solo che somministrano e vendono alcolici. Perché il tempo per adeguarsi alla nuova normativa è stato pochissimo. Molti commercianti lamentano che i cartelli da esporre non si trovano. E molti altri chiedono informazioni su quanto prescritto dall'ordinanza.

Ma che cosa accadrà da questa sera per un mese? Le associazioni di categoria Confcommercio e Confesercenti, stanno cercando di informare in corsa tutti gli associazioni. Ecco un breve sintesi di quanto previsto dall'ordinanza.

Tre i punti salienti: dalle 19 alle 7 è vietato consumare bevande alcoliche e superalcoliche, di qualsiasi gradazione, nelle aree, nelle vie, nelle piazze e nelle aree private soggette al pubblico passaggio, ad eccezione di quelle autorizzate, nell'area all'interno delle Mura Medicee, e in tutta l'area delimitata dalle vie Don Minzoni (tratto compreso tra la rotatoria con via P. Nenni e via Fratelli Rosselli), via Fratelli Rosselli, via Leonardo da Vinci (tratto compreso tra via Fratelli Rosselli e la rotatoria di via Duccio di Buoninsegna), via Duccio di Buoninsegna, viale Mecenate (tratto compreso tra via Duccio di Buoninsegna e viale Michelangelo), viale Michelangelo (compresi i giardini Porcinai), viale Piero della Francesca, via Baldaccio d'Anghiari, via Alessandro dal Borro, via Laschi e via Nenni. Sanzione 100 euro.

Dalle 21 alle 7 di tutti i giorni della settimana, è vietato vendere per asporto bevande alcoliche e superalcoliche di qualsiasi gradazione. Sanzione 200 euro.

E poi dall'1 alle 7 di tutti i giorni della settimana, è vietato somministrare bevande alcoliche e superalcoliche di qualunque gradazione da parte di chiunque sia autorizzato o legittimato, anche nelle aree pertinenziali del pubblico esercizio. Sanzione 200 euro.

Inoltre i commercianti che non espongono il cartello rischieranno una multa da 100 euro. E qui si apre un altro capitolo: quello della ricerca sul web e sul sito del Comune di questi "cartelli". In realtà si tratta di un avviso, scritto in cinque lingue, che sintetizza l'ordinanza. Ecco il link dove scaricarlo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo sabato di stretta sugli alcolici: rivoluzione nella movida. Commercianti a caccia di informazioni e dell'avviso da esporre

ArezzoNotizie è in caricamento