Attualità

Mense scolastiche, le cucine di Fonterosa e San Giuliano già chiuse

Perché non sono mai stati fatti gli ammodernamenti necessari?

Non si spegne l'eco della notizia sul centro unico di cottura. Le famiglie dei bambini che frequentano le scuole del Comune di Arezzo che usufruiscono del servizio mensa sono in subbuglio, soprattutto quelle che hanno la cucina interna, con la cuoca che prepara i pasti. Così che a distanza di 48 ore si è diffusa anche un'altra novità che in realtà si riferisce a qualche mese fa. Le cucine interne sono già state chiuse in due casi: alla scuola materna statale Fonterosa e in quella elementare di San Giuliano. 

Le motivazioni nel primo caso sono state indicate per la non confomrità di un quadro elettrico, ma le famiglie dicono di non esserne state al corrente e di aver appreso in questi giorni della chiusura dell cucina interna in seguito al dibattito che si è creato sulla progettazione del centro unico di cottura. E non ne sono state molto felici.

Il caso della scuola primaria di San Giuliano risale a maggio scorso quando la mensa interna ha chiuso, con venti giorni di anticpo rispetto alla fine della scuola. Ai genitori hanno detto che si trattava di un problema con la cuoca.

La cucina interna non ha più riaperto e da settembre i pasti sono preparati da quella di Indicatore che serve oltre 400 pasti al giorno. La cuoca stessa da San Giuliano si è trasferita ad Indicatore.

Perché tutto ad un tratto le cucine non sono a norma? Perché non sono stati fatti i dovuti investimenti progressivamente? Perché siamo arrivati al punto in cui si deve pensare ad un centro unico di cottura per poi mandare in giro furgoncini con i contenitori per consegnare i pranzi a tutti i bambini?

"Non risparmiate sui nostri figli" tuonano da alcuni giorni le famiglie che attendono risposte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mense scolastiche, le cucine di Fonterosa e San Giuliano già chiuse

ArezzoNotizie è in caricamento