"Non risparmiate sui nostri bambini". Genitori sul piede di guerra contro il centro unico di cottura per le scuole

Appresa la notizia è partito il tam tam su Facebook

Genitori in rivolta sul caso del punto unico di cottura per le mense scolastiche, dopo il passo avanti nel progetto.

La notizia si è diffusa rapidamente tra le rappresentanti di classe e sui social network è partito il tam tam che si è poi concentrato in una lunga discussione nel gruppo Sei di Arezzo se. 

"Risparmiare sui bambini, vergognatevi - scrive una mamma - proporrei all’assessore e al suo gruppo di lavoro di mangiare ogni giorno per anni cibo cucinato ore prima e poi consegnato a destinazione magari in contenitori di plastica. I soldi sempre sopra tutto e tutti. Peraltro si tratta di un servizio a pagamento. Risparmiate su altro, ma non sui nostri bambini."

Ciò che fa arrabbiare le mamme è il dover rinunciare a un servizio di qualità, per motivi economici, che è esso stesso didattica con la cucina e la cuoca interna alla scuola. Il punto unico di cottura infatti prevederebbe al contrario l'individuazione di un luogo dove una unica cucina preparerebbe i pasti per tutte le scuole che offrono il servizio mensa e per i giorni di rientro nei nidi, nelle materne e alle elementari. Un servizio di compentenza dell'amministrazione comunale e adesso in gestione alla Elior. 

A che punto è il progetto?

L'amministrazione ha "aperto un bando per trovare un consulente che affiancherà il responsabile del progetto nella valutazione del "project financing -  così è scritto nell'avviso - per la realizzazione e gestione del centro cottura centralizzato per servizio di ristorazione scolastica". Un project-financing per la cui realizzazione è stato costituito un gruppo di lavoro interdisciplinare.

Il passo avanti ha messo in allarme molte famiglie che lo contestano, che giudicano ingiusto risparmiare su un servizio così importante, che anzi andrebbe potenziato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A prendere posizione ieri anche i Popolari per Arezzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Lo sfogo del direttore di Rianimazione: "Abbracci senza mascherina, la gente non ha capito. Mi sono stancato"

  • Coronavirus, il bollettino della Asl: 64 nuovi positivi nell'Aretino. Ci sono bimbi, studenti e insegnanti

  • Covid, Asl: "Si semplifica la complicata vita del positivo e del contatto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento