Bus troppo alti: via i nuovi da via Vittorio Veneto e avanti con i vecchi. Le ipotesi al vaglio

Come, dove e quali mezzi impiegare per mantenere invariato il tragitto che dalla Valdichiana arriva fino al terminal dei bus di piazza della Repubblica? La domanda è quella che si sono posti diversi soggetti e che riguarda l'impiego in strada...

sottopasso-campo-di-marte2

Come, dove e quali mezzi impiegare per mantenere invariato il tragitto che dalla Valdichiana arriva fino al terminal dei bus di piazza della Repubblica?

La domanda è quella che si sono posti diversi soggetti e che riguarda l'impiego in strada dei nuovi mezzi in dotazione a Tiemme.

Otto pullman di ultima generazione. Più belli, meno inquinanti, più sicuri, e più alti. Troppo alti perché di fatto, al momento, l'ultimo tratto di via Vittorio Veneto, dove c'è il sottopassaggio ferroviario, non è percorribile.

E allora come fare?

"Ci siamo confrontati a lungo con Comune di Arezzo e l’azienda che ha in gestione il servizio di trasporto pubblico locale per Arezzo, Siena e Grosseto - spiega il consigliere provinciale Francesco Del Siena con delega al trasporto pubblico locale - le soluzioni che sono state ipotizzate vanno dalla modifica del tragitto, al raschiamento dell'asfalto fino ad arrivare alla possibilità di impiegare per queste rotte i veicoli più vecchi e più bassi".

Ma quale è la strada più percorribile?

"A nostro avvisto - prosegue Del Siena - la scelta più praticabile è quella di mantenere l'attuale tragitto e utilizzare di bus più vecchi per coprire le corse che transitano in questa zona". Cambiare percorso infatti, secondo i calcoli fatti, sarebbe troppo dispendioso e allungherebbe i tempi di percorrenza. Dagli 8 ai 12 minuti in più sul bus e ulteriori 30mila euro di spese annue per la Provincia.

"E' chiaro che tutto questo - sottolinea il consigliere - si ripercuoterebbe sugli utenti. Abbonamenti e biglietti subirebbero una maggiorazione e, sinceramente, non ce la sentiamo proprio di optare per questa scelta".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E neanche l'idea di abbassare il livello dell'asfalto sembra essere una strada percorribile.

"Al momento non è così semplice come opzione - prosegue Del Siena - è chiaro che però se gli standard dei nuovi mezzi sono quelli degli otto nuovi in dotazione alla flotta aretina il problema di via Vittorio Veneto è destinato a ripresentarsi. Dovremo col tempo trovare una strategia più efficace e definitiva per mantenere il servizio e contenere i costi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gilet arancioni in piazza, Vasco Rossi rilancia il post di Scanzi: "La farsa ha preso il posto della realtà"

  • Non solo in tv: la Crew Dragon sarà visibile anche nei cieli italiani

  • Scontro frontale tra due moto: morto un centauro di 48 anni

  • Buoni postali fruttiferi, 100mila euro riconosciuti a un risparmiatore aretino. Il caso

  • Mascherine: dal 31 maggio stop alla distribuzione nelle farmacie, in arrivo nuove modalità

  • Obbligo di mascherine sempre, ecco cosa dice l'ordinanza del sindaco

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento