menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I Democratici per Cambiare scendono in campo per le prossime elezioni amministrative

Il direttivo: “Il nostro movimento sarà presente alla prossima tornata elettorale e sta già lavorando per un nuovo progetto da presentare alla città"

“Il nostro movimento sarà presente alla prossima tornata elettorale e sta già lavorando per un nuovo progetto da presentare alla città".

Così intervengono i Democratici Per Cambiare sulle prossime elezioni amministrative di settembre/ottobre.

“Riteniamo che l’attuale coalizione di cui facciamo parte abbia esaurito la propria forza propulsiva e per questo da qualche mese abbiamo aperto una serie di confronti con altre forze politiche, associative e realtà cittadine per costruire una nuova proposta amministrativa che possa dare una linfa diversa alla nostra città e che possa dare risposte a quelle tante questioni ancora aperte e da affrontare. 

Lo abbiamo fatto con riservatezza e discrezione; a maggior ragione, viste le circostanze attuali, riteniamo doveroso nei confronti della città, in primis, salvaguardare il massimo impegno per espletare gli ultimi mesi di mandato.

Cartelloni, interrogazioni e propagande elettorali anticipate non fanno altro che distogliere attenzione ed energia dal serio lavoro quotidiano, dimostrando l’inadeguatezza di alcune forze di far parte di una maggioranza come d’altronde già emerso nelle precedenti legislature. 

Quando si amministra una città si ha il compito di lavorare su tematiche e problematiche, non quello di ricercare una mera visibilità in consiglio comunale.

Il nostro movimento si basa su confronto e idee; per questo ha definito una base programmatica, che è frutto di un percorso politico che parte da lontano e che si è arricchito dell’esperienza amministrativa che attualmente sta vivendo, che ha come obbiettivo quello di dare una visione di città a lungo termine. 

In questi cinque anni riteniamo di aver portato sul tavolo tematiche e progetti concreti di ampio respiro. Troppo spesso ci siamo dovuti scontrare con chi pensava alla mera quotidianità o viceversa poneva questioni esclusivamente filosofiche e ideologiche; proprio questi sono tra i principali motivi per cui riteniamo esaurita l’esperienza di questa coalizione.

Rimane intatto il nostro impegno all’interno dell’attuale Amministrazione con uno spirito costruttivo che vuol portare al termine questa esperienza nel miglior modo possibile".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Toscana zona gialla da quando? Gli scenari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento