CortonaNotizie

"Cantiere infinito e degrado", polemica sui lavori in piazza a Camucia

L'attacco di Cortona Patria Nostra: "Grottesco spettacolo di un sito pieno di macerie ed erbacce con tanto di gru abbandonata"

"I cortonesi sono stanchi di lavori fermi e cantieri infiniti". Attacca così una nota di Emiliano Ferrettini, di Cortona Patria Nostra.

"Camucia, la più importante e popolosa frazione di Cortona, Piazza Château-Chinon: chiunque vi faccia un giro può rendersi conto di un altro grave problema del nostro territorio". Prosegue così l'attacco:

"Il 2 gennaio 2018 l’ex sindaco Basanieri annunciava “con grande soddisfazione” a mezzo social l’approvazione del progetto per il nuovo polo scolastico di Camucia “definitivamente finanziato con 2 milioni di euro”.

La pagina ufficiale del Comune di Cortona il 26 marzo 2018 ne dava conferma, specificando che il costo totale del progetto ammontava a 4 milioni di euro di cui 2 finanziati dalla Regione Toscana.

Il 5 giugno 2019, in piena campagna elettorale, i rappresentanti della Lega cortonese dichiaravano nel loro programma che, se fossero stati eletti, avrebbero “valorizzato maggiormente Piazza Château-Chinon, prevedendo una parte di verde con giochi per bambini”.

In data 13 novembre 2019 il neoconsigliere di opposizione Bernardini ha formulato un’interrogazione alla nuova giunta (tale interrogazione verrà poi pubblicata anche sul Corriere di Arezzo), chiedendo spiegazioni sullo stop dei lavori e ribadendo che l’ammontare delle spese è di 4 milioni di euro".

E quindi Patria Nostra dice: "Ad oggi tutta la popolazione vorrebbe sapere perché è costretta a convivere con il grottesco spettacolo di un sito pieno di macerie ed erbacce con tanto di gru abbandonata anziché godersi un nuovo polo scolastico ben attrezzato, costruito a regola d’arte e, soprattutto, già fruibile dato che sono passati già quasi 2 anni e mezzo da quel 2 gennaio 2018. Purtroppo le risposte tardano ancora ad arrivare, nonostante le domande siano davvero tante: 1. Quando finiranno i lavori?, 2. Perché si sono fermati?, 3. Che fine hanno fatto i famosi 4 milioni di euro di cui 2 finanziati dalla Regione?, 4. Che fine hanno fatto le promesse di rivitalizzare la piazza fatte dalla Lega che, con 2 assessori e 5 consiglieri, adesso annovera ben 7 amministratori negli scranni del palazzo comunale? Era forse l’erbaccia il verde a cui alludevano?, 5. Come mai la nuova Amministrazione Comunale glissa sulle domande riguardanti questo argomento anche se vengono formulate ufficialmente da un consigliere dell’opposizione e trattate anche dalla stampa?, 6. Anche se i lavori sono incomprensibilmente fermi, perché comunque non viene mantenuto il sito in ordine, dedicandogli un po’ di tempo almeno per gli sfalci dell’erba?, 7. Tenendo conto che il 13 settembre 2018 l’allora consigliere dell’opposizione Meoni, oggi stimato sindaco, ipotizzava un “non guadagno” a causa del mancato pagamento del suolo pubblico da parte di una festa di partito che, per alcune settimane, aveva occupato parte della piazza con le attrezzature smontate dopo la festa… viene da chiedersi: 2 anni di macerie e verde incolto che occupano suolo pubblico rappresentano un mancato guadagno? La foto eloquente che pubblichiamo è quella dello stato attuale del sito".

E quindi la conclusione: "Tutte le notizie che abbiamo raccolto e la cronologia degli eventi sono frutto di una scrupolosa ricerca nel social Facebook. Le promesse ed i silenzi non aiutano ad uscire dal degrado e, nonostante i mesi e gli anni passino, la situazione per i cittadini appare ancora incomprensibile e sconsolante, senza alcun cenno di miglioramento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus, calo dei casi in Toscana: oggi 962 positivi

  • Calciomercato Arezzo 2020/2021 | Conferme, acquisti, cessioni e obiettivi

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento