rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cortona Cortona

A due cortonesi il prestigioso encomio Melvin Jones Fellow della Fondazione del Lions Clubs international

A Mons. Italo Benvenuto Castellani, Arcivescovo Emerito della Diocesi di Lucca e al Dr. Paolo Bruschetti, Vice Lucumone dell’Accademia Etrusca di Cortona, domenica scorsa è stato assegnato il prestigioso riconoscimento da parte del Lions Club Cortona Valdichiana Host

E’ andato a due cortonesi l’ambito riconoscimento del Lions Clubs International Foundation intitolato al fondatore dell’associazione benefica, il Melvin Jones Fellow. In particolare si tratta di Mons. Italo Benvenuto Castellani e Paolo Bruschetti, entrambi due persone che si sono fatte distinguere per le loro attività all’interno della comunità cortonese, ma non solo. Il riconoscimento è stato consegnato dal Governatore del Distretto Toscano dei Lions Clubs, Giuseppe Guerra, e dalla Coordinatrice Distrettuale del Comitato L.C.I.F.-Estensione “Melvin Jones Fellow”, Maria Carla Giambastiani, domenica scorsa in occasione della visita al Lions Club Cortona Valdichiana Host. "Una bellissima giornata che ha premiato due figure importanti e significative per il nostro territorio – ha detto nell’occasione il Presidente del LC Cortona Valdichiana Host, Riccardo Rigutto – uno dei compiti della nostra associazione è quello di servire per gli altri, ma anche di valorizzare il lavoro di chi mette a disposizione se stesso per l’intera comunità e per il bene altrui".

Don Italo Benvenuto Castellani è nato a Cortona e dopo la Scuola Media inferiore e ginnasiale nel 1961 entra nel Seminario Vescovile diocesano di Cortona frequentando il liceo classico completando successivamente gli studi di teologia. Sacerdote dal 1969 si è laureato nel 1973 in Scienze Sociali per poi conseguire consegue la licenza in teologia presso la Pontificia Università Lateranense. Sempre nel 1973 viene nominato parroco di Fratticciola di Cortona, una piccola parrocchia rurale della Valdichiana, ove svolge il servizio sacerdotale sino al 1987: qui compie la prima ed intensa esperienza pastorale dedicandosi in particolare alla formazione dei giovani. Da allora inizia anche il suo servizio di assistente del Gruppo Agesci di Cortona 1°. In questi primi anni di sacerdozio insegna Religione nella Scuola Media Inferiore e, successivamente, anche Discipline Giuridiche ed Economiche sempre nelle scuole pubbliche. Nel 1987, quando è da pochi mesi realizzata l’unione della Diocesi di Cortona nella attuale Diocesi di Arezzo-Cortona-San Sepolcro, viene nominato parroco della Concattedrale di Cortona. Nel 1995 viene nominato Vicario Generale della Diocesi, servizio che svolge sino alla nomina a Vescovo di Faenza-Modigliana, curando in particolare la comunione tra i sacerdoti e la formazione permanente del clero. Nel 1980 è nominato Direttore del Centro Nazionale Vocazioni, organismo della Chiesa Italiana. Dal 1981 è fondatore e direttore responsabile della rivista “Vocazioni” e nel 1997 papa Giovanni Paolo II lo nomina vescovo di Faenza-Modigliana. Nel 2000 inaugura a Faenza il Museo diocesano d'arte sacra, volto a valorizzare e conservare il patrimonio artistico della cattedrale e delle chiese diocesane. Il 31 maggio 2003 papa Giovanni Paolo II lo nomina arcivescovo coadiutore di Lucca. È stato presidente della commissione episcopale per il clero e la vita consacrata e della commissione mista vescovi-religiosi-istituti secolari nella Conferenza Episcopale Italiana. Il 19 gennaio 2019 Papa Francesco accoglie la sua rinuncia, presentata per raggiunti limiti di età.

Paolo Bruschetti, socio dal 1993 del Lions Club Cortona Valdichiana Host, nato e attualmente residente a Cortona, vi è tornato dopo una carriera di docenza di storia dell’arte e di Italiano e Storia in alcuni istituti tecnici statali. E’ stato direttore archeologo nella Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Umbria. È stato collocato a riposo per raggiunti limiti di età nel giungo 2013. É stato Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Orvieto, della necropoli di Crocifisso del Tufo ad Orvieto e del Parco archeologico di Carsulae presso Terni. Dal 1983 al 2011 ha ricoperto l'incarico di Conservatore del Museo dell'Accademia Etrusca di Cortona di cui dal gennaio 2012 è Segretario e Vicelucumone oltre a essere membro del Comitato Tecnico di Gestione del rinnovato MAEC-Museo dell’Accademia Etrusca e della Città di Cortona.  Dall'anno accademico 1994-95 al 1998-99 ha ricevuto l'incarico per l'insegnamento di "Museografia" presso la Facoltà di Scienze della Formazione della Università degli Studi di Perugia. Ha partecipato alla progettazione e realizzazione dei Musei di Todi, Carsulae, Montecchio presso Orvieto; ha diretto la ristrutturazione del Museo Archeologico Nazionale di Orvieto; ha collaborato alla ristrutturazione e nuova esposizione del Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria di Perugia; ha realizzato o collaborato alla realizzazione di mostre in varie località, sia nel territorio della regione Umbria, sia in altre località italiane e all’estero.

La Melvin Jones Fellowship, che prende il nome dal fondatore del Lions Clubs International, è una onorificenza e non un premio ed è stata creata per dare il più alto riconoscimento alla dedizione delle singole persone al servizio umanitario. A oggi nel mondo è stato conferito a oltre 240 mila persone, circa 6 mila in Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A due cortonesi il prestigioso encomio Melvin Jones Fellow della Fondazione del Lions Clubs international

ArezzoNotizie è in caricamento