menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Capolona: approvato il bilancio di previsione per il triennio 2021-2023. Ecco gli interventi in programma

L'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Mario Francesconi presenta alcuni dei lavori in programma nel prossimo triennio. Il punto sulle entrate tributarie con l'assessore Pasqui

Approvato il bilancio di previsione per il triennio 2021-2023. Nell’ultimo Consiglio comunale, riunitosi lo scorso 30 dicembre, è stato approvato con 9 voti favorevoli e 3 contrari il bilancio di previsione, il documento principale sul quale si costruisce il futuro di Capolona.

"Un bilancio pensato per sostenere la ripartenza, dopo un 2020 sconvolto dalla pandemia, strutturato in modo da continuare a garantire sostegno a imprese e famiglie e allo stesso tempo non arretrare sul fronte degli investimenti, altro fattore decisivo per stimolare la crescita e non fermare il percorso di cambiamento che il comune ha intrapreso in questi anni. Sarà necessario, oltre ad una revisione periodica delle entrate e delle uscite, procedere a monitoraggi continui delle risorse a disposizione per garantire l’equilibrio. Questo assume un significato ulteriore perché dimostra, con i fatti, il livello di responsabilità e d’impegno con cui i rappresentanti del comune stanno affrontando la situazione" - dichiara l'assessore al bilancio Daniele Pasqui.

Gli interventi in programma 

Interventi di manutenzione sulle scuole e gli impianti sportivi, nuova illuminazione, messa in sicurezza delle strade, sono questi alcuni degli interventi programmati dal Comune di Capolona per il triennio 2021-2023 dopo l’approvazione del bilancio. 

In particolare tra le principali opere da realizzare proprio nell’anno appena iniziato c’è il proseguimento dei lavori della scuola media. Dopo l’assegnazione del direttore dei lavori infatti, è già stata pubblicata la gara di appalto per la costruzione dell’edificio scolastico (2 milioni 544 mila euro). Purtroppo la burocrazia e successivamente la pandemia, hanno compromesso e non poco la partenza di questa opera ritenuta fondamentale per tutto il  territorio. Sempre per quanto riguarda gli interventi scolastici verrà demolita e ricostruita la palestra della scuola Tortelli il cui progetto iniziale è stato modificato ed integrato anche dalle nuove disposizioni Covid che ne hanno rallentato e in parte modificato il progetto stesso (503.451 euro). Nel 2021 è previsto anche l’ampliamento del cimitero di Pieve San Giovanni (150 mila euro), ormai in emergenza da anni mentre proseguiranno gli interventi di messa in sicurezza e manutenzione del fondo di alcune strade comunali e quelle vicinali (100 mila euro), infine l’adeguamento degli impianti di illuminazione pubblica con lampade a led (120 mila euro) che hanno già dato ottimi risultati a livello di risparmio energetico nel corso del 2020. 

Entrate tributarie 

Per quanto riguarda invece le entrate tributarie durante l’approvazione del bilancio è stato deciso di confermare le aliquote e gli sgravi sull’addizionale comunale (confermata esenzione dell'imposta per redditi fino a 10 mila euro) prevedendo però una minore entrata di circa 46 mila euro rispetto al 2020 a causa della contrazione del Pil causata dal Covid con le varie cassaintegrazioni e disoccupazioni che colpiranno i lavori dipendenti ed autonomi. Anche per quanto riguarda l’Imu è stato deciso il blocco delle aliquote con una previsione di 25 mila euro in meno introiti. Per quanto riguarda la Tari, nonostante la riorganizzazione e le alte percentuali di raccolta differenziata, l’arrivo del nuovo metodo di calcolo Arera non promette, al momento, quelle riduzioni tanto prospettate ed attese, soprattutto a causa delle forti perdite economiche da parte del Gestore del Servizio. Nonostante ciò questa amministrazione ha ridotto nel 2020 del 50% il costo della parte variabile alle categorie penalizzate dal covid. Nel corso del 2021, in base a quella che sarà la situazione economica, al proseguimento dello stato di emergenza e alle risorse provenienti dal governo centrale sarà valutato la possibilità di un ribasso delle aliquote alle attività fortemente colpite. Infine visto che molte famiglie stanno affrontando non solo in emergenza sanitaria ma anche economica, l’amministrazione ha deciso di non aumentare le rette del nido comunale,  ma per coprire l’aumento del personale per garantire maggiore sicurezza e qualità del servizio in periodo Covid, verranno utilizzati fondi propri che non ricadranno sulle famiglie stesse. Ad oggi la percentuale di copertura del servizio è del 70% a carico del Comune.

"Le previsioni di bilancio in uscita evidenziano una tendenza al ribasso «opportuna», per fronteggiare le minori entrate previste prudenzialmente; l’incertezza finanziaria a causa del riacutizzarsi della pandemia ha spinto l’Amministrazione comunale al contenimento delle uscite correnti, che nel corso dell’anno andranno continuamente monitorate, cercando però di mantenere invariati i servizi principali offerti alla comunità (trasporti – asili - sfalcio erba – sociale ecc). Ciò nonostante il bilancio di previsione è stato predisposto nel pieno di tutti i principi contabili generali contenuti nel D.Lgs 118/2011 che garantiscono il consolidamento, la trasparenza e rispettando quindi gli equilibri sia di parte corrente che di parte capitale. Non si prevede l’applicazione dell’avanzo di amministrazione, questa facoltà verrà esercitata nel corso dell’esercizio" - conclude l'assessore Pasqui.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Psicodialogando

    Come si trasforma il nostro corpo quando ci innamoriamo

  • Eventi

    Benedetta Torrini vince Sanremo Newtalent

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento