rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022

Antiquaria tra eventi di Natale e ordinanze: cosa cambia nell'edizione di dicembre. Chierici: "Online il nuovo sito"

Il prossimo fine settimana, sabato 4 e domenica 5 dicembre, Arezzo accoglierà l'ultima edizione 2021 della Fiera che ogni primo weekend anima il centro storico. Ecco le modifiche al percorso previste per la concomitanza con la Città del Natale

Sicuramente sul mattonato di piazza Grande, sabato 4 e domenica 5 dicembre, non ci saranno i banchi dell’Antiquaria ma le baite del villaggio tirolese. Gli espositori saranno dirottati in via Ricasoli, piazza del Duomo (fissi) e in piazza della Badia (spuntisti). “Abbiamo già provato un anno a far convivere le due manifestazioni - ha spiegato Simone Chierici, presidente della Fondazione Intour e assessore del Comune di Arezzo - non è andata così bene come speravamo e dunque abbiamo deciso, nell’ottica di valorizzare entrambi gli eventi, di ampliare un po’ il percorso della Fiera e separarle”. Quindi, la manifestazione che da 53 anni anima il centro storico di Arezzo si appresta a vivere una nuova edizione che vedrà, gioco forza, espositori e visitatori destreggiarsi tra ordinanze sull’obbligatorietà delle mascherine all’aperto, percorsi rinnovati e controlli a campione sul possesso del green pass. Una convivenza che però, come già accaduto nelle edizioni pre Covid, concretizza una strategia ben precisa di promozione e valorizzazione turistica del territorio. “È impensabile - spiegano dalla Fondazione Intour - lasciare fuori l’Antiquaria dalle manifestazioni del mese di dicembre e non inserirla nel maxi evento della Città del Natale che, in questo momento, rappresenta un forte richiamo per i turisti. È vero, l’Antiquaria è di per sé motivo di attrazione. Lo dimostrano i numeri che ogni volta riportano di un cospicuo pubblico giunto ad Arezzo appositamente per curiosare tra i banchi. Però è altrettanto vero che la mission che vogliamo perseguire è quella di promuovere un pacchetto completo utile per offrire un’esperienza quanto più unica ed emozionante possibile. Lo abbiamo fatto per la Giostra del Saracino e continueremo a farlo in ogni occasione”.

Il nuovo sito della Fiera

Ed è su questa filosofia che si è basata la ristrutturazione completa del sito della Fiera Antiquaria. Il portale è stato completamente modificato e rimodulato in base a dei criteri estetici, di fruibilità e di accessibilità mobile. Contenuti informativi, curiosità, storie evocative e immagini di particolare fascino: è online il nuovo sito della Fiera Antiquaria di Arezzo (www.fieraantiquaria.org). Bellezza, eleganza, charme, arte e meraviglia sono le parole d'ordine di questo progetto su misura, fatto di un tone of voice emozionale, accogliente, esteticamente interessante. Un sito (in lingua italiana e in lingua inglese) aggiornato con continuità e puntualità, sia in termini di informazioni utili che di news pubblicate. In particolare è stata potenziata la presentazione delle news creando un filtro dinamico che permette agli utenti di selezionare la categoria da visualizzare ottimizzando così la user experience.

“La Fiera Antiquaria – commenta Simone Chierici presidente della Fondazione Arezzo Intour e assessore al turismo del Comune di Arezzo – è una delle manifestazioni a cui da tempo la Fondazione dedica importanti progetti di comunicazione. Oltre alle promozioni sui pernottamenti, rese possibili grazie alla manovra Rip-AR-tiTurismo, voluta dal Comune di Arezzo, dalla scorsa estate ha preso il via una nuova comunicazione sui canali social a cui è stato affiancato un piano di promozione che ha portato la Fiera su importanti riviste nazionali. Quest’anno poi, la Fiera è stata parte del programma di “Arezzo Città del Natale”, nella volontà di promuovere la città e le sue meraviglie in maniera integrata”.

Una comunicazione che fa leva sul connubio tra l'evento e la destinazione turistica puntando sulla meraviglia, sulle bellezze del contesto cittadino, sulla Fiera come occasione d'acquisto e come esperienza affascinante e arricchente da un punto di vista culturale.

“La Fiera è uno dei biglietti da visita più prestigiosi di Arezzo – sottolinea Rodolfo Ademollo direttore della Fondazione Arezzo Intour – e merita una comunicazione strategica dedicata. Il nuovo sito è uno dei passi fondamentali che arricchisce l’importante lavoro di comunicazione e promozione che la Fondazione porta avanti. L’obiettivo è offrire al visitatore sempre nuovi stimoli di viaggio, intercettando i suoi bisogni e i suoi desideri”.

In considerazione del sempre crescente numero di persone che visita i siti in mobilità (+40%) è un importante upgrade la versione mobile del sito, ottimizzato anche per chi lo visita da smartphone o tablet. I video, pubblicati in homepage, hanno un ruolo determinante per rafforzare l'immaginario legato alla Fiera. Sono loro i principali ambasciatori dell'atmosfera e del fascino della Fiera Antiquaria di Arezzo.

Un collegamento con il canale istituzionale della Fiera Antiquaria su Youtube, che ha già superato in pochi mesi le 250.000 visualizzazioni, permette di creare una connessione tra i due canali digitali, così come con i canali social già da tempo investiti da questa rinnovata comunicazione dove azioni di storytelling specifiche, legate al mondo dell’antiquariato, del modernariato e del vintage, accrescono l'interesse e la curiosità del pubblico. Il sito è realizzato dall’agenzia Doc di Bolzano che dallo scorso luglio cura anche la comunicazione dei canali social della Fiera Antiquaria.

Video popolari

Antiquaria tra eventi di Natale e ordinanze: cosa cambia nell'edizione di dicembre. Chierici: "Online il nuovo sito"

ArezzoNotizie è in caricamento