Mercoledì, 4 Agosto 2021
Calcio

L'Arezzo torna da Olbia con un punto (0-0)

Termina in parità il confronto in casa dell'Olbia. Una partita iniziata con oltre mezz'ora di ritardo per l'altezza irregolare delle porte. Decisivo Pelagotti con tre parate d'autore, Serrotti e Brunori i più pericolosi per l'Arezzo.

Brunori in azione

La sorpresa più che nelle formazioni arriva dalle porte. Mentre le squadre stavano ultimando il riscaldamento è emerso che le due porte del Bruno Nespoli non rispettavano gli standard previsti dal regolamento. Nello specifico sarebbero più basse di almeno un centimetro. Tutta colpa della rizzollatura del Bruno Nespoli che in settimana ha interessato il manto erboso. La misurazione effettuata dall'arbitro insieme ai due capitani ha quindi costretto gli adetti all'impianto ad intervenire per ripristinare l'altezza di 2,44 metri. Dopo 30' di attesa Olbia e Arezzo possono scendere in campo.

Dal Canto conferma il modulo con Buglio, Foglia e Serrotti in mediana. Belloni va sulla trequarti alle spalle di Brunori e Persano. L'Olbia risponde con uno speculare 4-3-1-2 dove Biancu è il vertice basso in mediana.

Parte bene l'Arezzo che ha dalla sua il possesso palla e un Belloni pronto a ricevere palla sulla trequarti. E' del numero 39 la prima occasione pericolosa ma il suo tiro non trova lo specchio. L'Olbia risponde sistematicamente con la velocità e la forza fisica di Ceter che quando allunga il passo è difficile da contenere. Bravo comunque anche Pelagotti che gli sbarra per due volta la via del gol. Alla mezz'ora torna a farsi vedere l'Arezzo: Belloni manda in area Persano, appoggio per Brunori che conquista solo un corner. Risponde subito l'Olbia con Ragatzu: tiro a giro dal limite e pallone preda di Pelagotti che fa buona guardia. Prima dell'intervallo altra occasione per l'Arezzo ma Serrotti da buona posizione calcia alle stelle.

Il primo squillo nella ripresa porta la firma di Ragatzu che si accentra e impegna nuovamente Pelagotti. Dall'altra parte Brunori si destreggia in mezzo a due con un tiro cross che per poco non trova Persano in scivolata sul secondo palo. I ritmi sono decisamente più bassi rispetto al primo tempo. Si gioca fino al 93' ma non si presentano azioni degne di nota. Olbia e Arezzo si dividono la posta in palio. Un punto a testa per allungare la serie utile e muovere un classifica che vede gli amaranto sul podio del girone A. 

OLBIA (4-3-1-2): 33 Marson; 2 Pinna, 4 Bellodi, 6 Iotti, 23 Cotali; 8 Vallocchia, 19 Biancu (10' st 20 Muroni), 13 Pennington (10' st 32 Calamai); 17 Senesi; 7 Ceter, 10 Ragatzu.
A disposizione: 1 Crosta, 22 Van der Want, 3 Pitzalis, 9 Ogunseye, 14 Pisano, 15 Cusumano, 18 Tetteh, 21 Vergara, 25 Martiniello.
Allenatore: Michele Filippi.

AREZZO (4-3-1-2): 22 Pelagotti; 16 Luciani, 6 Pelagatti, 26 Pinto, 32 Sala; 11 Serrotti, 8 Foglia, 4 Buglio; 39 Belloni (37' st 17 Salifu); 19 Persano (24' st 7 Zini), 9 Brunori.
A disposizione: 1 Melgrati, 2 Zappella, 3 Varutti, 5 Mosti, 13 Basit, 14 Danese, 27 Bruschi, 28 Keqi, 29 Tassi, 33 Borghini.
Indisponibili: 10 Cutolo, 15 Nije, 21 Benucci, 24 Burzigotti.
Allenatore: Alessandro Dal Canto.
ARBITRO: Francesco Luciani di Roma1 (Tiziana Trasciatti di Foligno - Riccardo Pintaudi di Pesaro).
Note - Spettatori: 400 circa. Recupero: 0' + 3'. Angoli: 6-4. Ammoniti: pt 38' Ragatzu.

Serie C girone A - 9° giornata
Cuneo - Arzachena 1-0.
Albissola - Pro Patria 1-1.
Lucchese - Juventus U23 3-2.
Alessandria - Gozzano 1-1.
Piacenza - Virtus Entella rinviata.
Pisa - Pro Vercelli rinviata.
Novara - Pro Piacenza rinviata.
Siena - Pistoiese rinviata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Arezzo torna da Olbia con un punto (0-0)

ArezzoNotizie è in caricamento