rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Calcio

Calci alla rete di recinzione, offese all'arbitro ed estranei nell'area degli spogliatoi: Monsigliolo stangato

Le decisioni del giudice sportivo che sanziona la formazione di Terza categoria e due squadre giovanili

Dovrà pagare 130 euro di multa il Monsigliolo, formazione del campionato di Terza categoria per le intemperanze di un proprio sostenitore. La partita - poi per persa per 2-1 in casa contro la Tuscar - era al 42' del secondo tempo quando questo tifoso 'avvicinatosi alla rete di recinzione del terreno di gioco, la colpiva con un calcio e proferiva frasi offensive e minacciose all'indirizzo del direttore di gara, persistendo nella condotta offensiva e minacciosa fino al termine della gara'.

A fine partita ecco un 'soggetto non presente in lista' che 'si recava nello spogliatoio del direttore di gara e proferiva frasi irriguardose all'indirizzo del medesimo fino a quando veniva allontanato dal dirigente locale'. La multa viene anche motivata per la presenza di estranei nel recinto degli spogliatoi che impedivano al direttore di gara di uscire tranquillamente dall'impianto di gioco e che, nel contempo, lo offendevano.

E a proposito di multe ecco 40 euro da pagare per il Pieve al Toppo per il comportamento dei propri sostenitori e per le offese al direttore di gara per tutta la gara della formazione Juniores che adesso dovrà fare a meno del proprio capitano per quattro partite. Il calciatore in questione infatti una volta espulso per aver impedito una chiara cocasione da gol 'dopo la notifica del provvedimento offendeva il direttore di gara'. Sanzione aggravata in quanto capitano.

Per l'Arno Castiglioni Laterina squalifica fino a gennaio per il massaggiatore, anche in questo caso per offese all'arbitro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci alla rete di recinzione, offese all'arbitro ed estranei nell'area degli spogliatoi: Monsigliolo stangato

ArezzoNotizie è in caricamento