rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Calcio

Esame capolista per l'Arezzo. Amaranto contro l'attacco più forte della serie D

Domani partita a San Donato. Mariotti recupera Lazzarini e si affida ai gol di Calderini. Circa 200 i tifosi aretini in trasferta

L'Arezzo domani va a giocare sul campo del San Donato, primo in classifica e con il miglior attacco di tutta la serie D (69 gol segnati in 26 giornate). ''Sarà una partita complicata per noi ma anche per loro. Abbiamo le doti per metterli in difficoltà''. Marco Mariotti, in mezzo ai complimenti per la capolista, infila anche una spruzzata di fiducia per l'Arezzo, atteso domani dalla trasferta più complicata di tutte.

I fiorentini comandano con 60 punti, 12 più degli amaranto, sono quasi sempre stati in testa anche se ultimamente gli infortuni hanno condizionato il lavoro di Indiani. Mercoledì a Cascina, inoltre, è arrivata una sconfitta inopinata, con il Poggibonsi secondo a -2 e in corsia di sorpasso.

Insomma, anche il San Donato comincia a sentire qualche pressione. Mancano otto giornate alla fine e i punti, come ha sottolineato Mariotti, adesso pesano di più. “Il pallone scotta, la porta è più piccola, da marzo in poi si gioca quasi un altro sport” ha spiegato l'allenatore, che dopo il match di andata venne esonerato.

“Io me la ricordo bene quella partita: dopo mezz'ora eravamo avanti 2-0, poi siamo rimasti in dieci. Loro nel secondo tempo ci hanno fatto il 2-1 viziato da un fallo di mano e hanno pareggiato all'ultimo minuto. Gli episodi furono dalla loro parte, anche se i numeri dicono che a oggi sono stati la squadra migliore. Hanno un'identità, un gioco, sono aggressivi e noi per fare risultato dovremo rispondere con le stesse armi”.

E' la terza partita in otto giorni, il meteo è peggiorato e il campo pesante potrebbe mutare il volto di una gara tra due squadre che prediligono metterla sulla tecnica piuttosto che sulla fisicità.

Nell'Arezzo rientra Lazzarini dopo il problema muscolare alla coscia e la sua è una presenza fondamentale, visto che giocherà da quarto di destra nella zona dove ama stazionare Russo, capocannoniere del girone con 18 gol e spauracchio di giornata.

Mariotti si affiderà al collaudato 4312, con Biondi che rientra dalla squalifica e uno tra Frosali e Van der Velden a fargli da spalla nel cuore della difesa. In regia Pisanu è favorito su Pizzutelli, mentre Marchi, Benedetti e Mancino completeranno il quadrilatero di centrocampo. In attacco la coppia più probabile è Persano-Calderini (15 gol per il fantasista), anche perché Cutolo e Doratiotto possono essere un'arma incisiva da utilizzare a match in corso.

Indiani (dieci volte contro l'Arezzo in carriera e solo una sconfitta) non cambierà il suo 433 d'assalto, anche se il bomber Marzierli (16 gol) è in dubbio e la batteria degli under è falcidiata dagli acciacchi. I tifosi aretini al ''Pianigiani'', nel primo confronto della storia a Tavarnelle, saranno più o meno 200. “Abbiamo voglia di giocare questa partita e di fare una bella prestazione” la chiosa di Mariotti, in serie utile da nove giornate e atteso dall'esame più probante.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esame capolista per l'Arezzo. Amaranto contro l'attacco più forte della serie D

ArezzoNotizie è in caricamento