L’Arezzo e Dal Canto si separano

Il tecnico lascia il Cavallino dopo un solo anno. Rescisso l’accordo con scadenza 30 giugno 2020. L’Arezzo pronto a stringere con Di Donato

Alessandro Dal Canto lascia lo stadio Comunale

Alessandro Dal Canto e l'Arezzo si separano. Il tecnico questa mattina si è recato in viale Gramsci per incontrare i dirigenti amaranto. Un incontro che era stato anticipato da Giorgio La Cava lunedì scorso durante la conferenza stampa di presentazione della campagna abbonamenti. "Con Dal Canto parleremo a breve - aveva detto il presidente - l'importante è mantenere un buon rapporto umano". Ad attenderlo allo stadio c'erano il segretario Zinci e il direttore sportivo Testini. Dal Canto era insieme a Giuliano Lamma, suo vice.

Con il tecnico, che subito dopo la finale playoff persa a Pisa aveva parlato di una riflessione da fare per il futuro, l'Arezzo aveva dato vita ad un tira e molla. Da una parte Dal Canto che come detto in occasione del Timone d'Oro considerava concluso il suo percorso ad Arezzo. Dall'altra la società amaranto che non voleva liberare così a cuor leggere il mister con il timore che poteesse (e possa) accasarsi da una diretta concorrente. Il tecnico è rimasto fermo sulla sua posizione chiedendo di essere liberato e con l'Arezzo che con il passare dei giorni ha poi iniziato a cercare il sostituto, soprattutto una volta messa a posto l'iscrizione.

"La Società Sportiva Arezzo - si legge nel comunicato diramato dal club - informa che in data odierna ha provveduto a risolvere il contratto in essere con l’allenatore Dal Canto ed il suo secondo Lamma".

Dal Canto verso Siena o Novara

Se fino a ieri sera il Novara sembrava essere la principale destinazione dell'ormai ex mister del Cavallino adesso ci sarebbe il Siena nel suo futuro. I bianconeri intendono chiudere il capitolo allenatore prima del Palio del 2 luglio. Tra oggi e domani è atteso l'annuncio con Dal Canto in pole position.

L'Arezzo prova a chiudere con Di Donato

Il Cavallino a questo punto proverà a mettere nero su bianco l'accordo con Daniele Di Donato. Condizione necessaria per procedere l'esonero, le dimissioni o la rescissione di Dal Canto per evitare di avere a libro paga due allenatori. Di Donato dopo aver portato in serie C l'Arzignano Valchiampo aveva dato in linea di massima la sua parola al club vicentino per la prosecuzione del rapporto. La chiamata dell'Arezzo però è difficile da rifiutrare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Quando si esce dalla zona rossa? Le Toscana spera a dicembre. Ma Arezzo ha un indice Rt che spaventa

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento