La Cava-Stanzione: a ore la decisione. L'accordo sugli stipendi ultimo ostacolo per raggiungere l'intesa

Ci siamo. Nelle prossime ore, o per un verso o per un altro, arriverà a conclusione la trattativa tra il gruppo romano e Giorgio La Cava. C'è un nodo da superare e non è di poco conto: si tratta degli stipendi

Vada come vada quella di oggi sarà una giornata decisiva per l'Arezzo. Il gruppo di Andrea Stanzione dopo una riunione fiume, terminata nella giornata di ieri in tarda serata, ha presentato le sue considerazioni dopo aver analizzato i documenti inviati da Arezzo ai propri esperti contabili.

Il quadro che ne è emerso si discosta in parte da quello che i possibili acquirenti immaginavano di trovare. Che quello del Cavallino d'altronde fosse un 'bilancio pesante' è cosa ormai nota da tempo. Orgoglio Amaranto lo aveva già detto, così come è nota la necessità di dover ripianare le perdite tra qualche settimana per l'approvazione del bilancio chiuso al 30 giugno.

Ad ogni modo Stanzione e soci non si sono tirati indietro, vorrebbero provare poi a chiudere entro la giornata di oggi. Ma c'è un nodo da sciogliere e per il quale servirà ancora qualche ora di attesa. Si tratta degli stipendi dei giocatori della prima squadra.

Chi guadagna meno di 50mila euro lordi a stagione ha diritto a cassa integrazione e 'fondo salva calcio'. Chi è sopra tale cifra (almeno una decina di tesserati) invece non ha diritto alla cassa integrazione e quindi occorre trovare l'intesa. L'accordo con i giocatori è il vero scoglio perchè ad oggi non è stato messo nero su bianco e nemmeno ufficializzato o firmato dai tesserati come invece avvenuto per altri club.

Si tratterebbe di un ulteriore esborso di quasi mezzo milione di euro tra stipendi e contributi che al momento impedisce di arrivare alla fumata bianca. L'intesa su tutti gli altri temi c'è, manca solo sugli stipendi. Ecco perchè adesso la proprietà sta lavorando per arrivare all'accordo con i tesserati. A ore è atteso un nuovo contatto tra le parti per capire se sarà possibile mediare. Vada come vada è appena iniziata una giornata decisiva per il futuro del Cavallino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • In aula insieme ad Angelo. La storia di una classe tornata sui banchi per non lasciare solo l'amico

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento