"Giallo" in Castiglionese-Pratovecchio. Casentinesi pronti al reclamo: "Errore dell'arbitro"

L'episodio dubbio al 32'. Il Pratovecchio preannuncia il reclamo

Sul campo la sfida tra Castiglionese e Pratovecchio si è tinta di viola, il colore dei locali che hanno esultato ai gol di Berti e Cappelli. Al triplice fischio però la partita valida per il campionato di Promozione si è tinta soprattutto di giallo per un episodio dubbio e ricostruito sentendo le versioni delle due tifoserie.

I risultati dalla serie D alla Terza categoria

La partita è ferma sullo 0-0 quando il Pratovecchio usufruisce di un calcio di rigore per un tocco con la mano in area di un difensore locale. Partono le proteste: i viola provano a spiegare al signor Monti di Firenze che a toccare il pallone con la mano è stato un calciatore casentinese. Niente da fare, l'arbitro è irremovibile. Sul dischetto va il calciatore del Pratovecchio che segna, ma l'arbitro ferma tutto. Due giocatori casentinesi sono entrati in area prima del tempo ed ecco l'episodio che finisce sotto la lente di ingrandimento. L'arbitro non fa ripetere il rigore e assegna una punizione facendo così ripartire il gioco con il pallone a favore della Castiglionese. Il Pratovecchio ha già lasciato intendere che presenterà un reclamo. Sarà inoltrato nelle prossime ore. Un episodio destinato far discutere e che potrebbe congelare per alcuni giorni la vittoria con la quale i padroni di casa sono riusciti a tenere il passo delle squadre in corsa per un posto nei playoff.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma sulle piste da sci. Imprenditore aretino perde la vita

  • Le classifiche dalla serie C alla Terza categoria | 2019/2020

  • Trasporto eccezionale perde lastre di cemento in curva. Chiuso lo svincolo al ponte dell'ex Lebole

  • Aereo dirottato. Pupo bloccato a New York: "Spero di arrivare in tempo per il GfVip"

  • Schianto auto moto, due 19enni feriti: uno soccorso con Pegaso

  • Ciclista travolto da un'auto. La conducente: "Non l'ho visto", scatta la denuncia

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento