rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Calcio

Calderini premiato con il Cavallino d'oro. "Vorrei chiudere ad Arezzo la carriera"

Ieri sera la cerimonia al quartiere di Porta Santo Spirito. Al fantasista anche la Perla amaranto. Riconoscimenti per l'Acf Arezzo promosso in serie B

Nella solita, suggestiva cornice del museo di Porta Santo Spirito, Elio Calderini è stato premiato con il Cavallino d'oro, il riconoscimento messo in palio ogni anno dal quartiere gialloblu, e con la Perla amaranto, assegnata dalla redazione di Amaranto Magazine.

Una bella soddisfazione per il fantasista, arrivato a dicembre ad Arezzo e autore di una lunga serie di buone prestazioni impreziosite da 13 gol. Per lui, classe '88, si è trattato di un ritorno alle origini, visto che in amaranto aveva mosso i primi passi nel settore giovanile.

“Ho firmato in un momento particolare della stagione, con il primo posto ormai lontano. Ma non ho mai avuto dubbi sulla mia scelta, Arezzo è Arezzo e la mia intenzione è quella di restare anche l'anno prossimo, a prescindere dalla categoria. Mi piacerebbe chiudere qui la carriera, dopo i playoff ne parlerò con la società e vedremo. Adesso siamo tutti concentrati sulla partita di sabato, vogliamo fare bene anche perché sappiamo che questi spareggi potrebbero essere utili per il ripescaggio. Una dedica per i premi? Alla mia famiglia e ai miei compagni di squadra”.

Calderini, accompagnato dalla fidanzata, dal team manager e dall'ufficio stampa della società, ha poi speso parole di elogio per le colleghe dell'Acf Arezzo, che domenica hanno festeggiato la promozione in serie B.

Durante la serata, Amaranto Magazine e l'editore Atlantide Adv hanno consegnato due targhe all'allenatore Emiliano Testini e al presidente Massimo Anselmi. Proprio Atlantide Adv, nelle prossime settimane, pubblicherà un documentario video di un'ora e mezzo con una carrellata di suggestive immagini sulla cavalcata della squadra femminile. Applausi della platea per la capitana Laura Verdi e le sue compagne di squadra.

Per tutti i presenti, la consueta, cordiale ospitalità da parte del quartiere di Porta Santo Spirito. Francesco Ciardi e Fabio Barberini, membri della commissione del Cavallino d'oro insieme a Paolo Nocentini, hanno fatto gli onori di casa, regalando ai premiati la spilla in argento della Colombina, il volume dedicato al “tripete” del 2016 e il foulard gialloblu.

Per l'amministrazione comunale era presente il consigliere delegato alla Giostra del Saracino, Paolo Bertini.

Calderini premiato con Cavallino d'oro e Perla amaranto

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calderini premiato con il Cavallino d'oro. "Vorrei chiudere ad Arezzo la carriera"

ArezzoNotizie è in caricamento