rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Politica

Sr71, Ceccarelli replica a Veneri: "Variante rallentata per la ex Sacci"

Il consigliere regionale del Pd: "Curioso che si attacchi chi ha lavorato concretamente e non chi blocca le opere che a oggi sarebbero in realizzazione"

«Curioso che si attacchi chi ha lavorato concretamente per migliorare la Sr71, anche con la variante di Corsalone, e non chi blocca le opere che a oggi sarebbero in realizzazione. Le risorse per la variante del Corsalone sono confermate ma siccome l’area ex Sacci è sempre sotto sequestro della procura la Regione è stata costretta a trovare una soluzione alternativa suddividendo il progetto in due lotti. Sono anni che segnalo, in solitudine, questa questione che impedisce di realizzare l’intervento. Il primo lotto riguarda la rotatoria del Pollino, che eliminerà un incrocio molto pericoloso, è già in fase avanzata di gara d’appalto. Per quanto riguarda la prosecuzione, a sud della Sacci, la soluzione alternativa è in fase di progettazione esecutiva con l’obiettivo di andare in gara entro il mese di giugno. La rendicontazione è slittata causa covid, come in tutte le opere pubbliche». Così il consigliere regionale Vincenzo Ceccarelli replica a Veneri del partito di Fratelli d’Italia.

«Colgo l’occasione – aggiunge Ceccarelli - per ricordare gli altri interventi sempre lungo la Sr71 che sono in realizzazione e per i quali è in corso la gara d’appalto. I lavori alla variante tra Santa Mama e Calbenzano stanno per essere completati, mentre per i due lotti della variante tra Calbenzano e Subbiano nord è in corso la gara d’appalto, una purtroppo è oggetto dell’immancabile ricorso. Purtroppo i tempi degli appalti in Italia sono sempre lunghi ma la volontà politica e l’investimento finanziario della Regione per migliorare la Sr71 sono concreti».

«Ancora una volta – conclude Ceccarelli - prendiamo atto che il consigliere Veneri, e chi con lui, sono molto bravi a elencare i problemi che purtroppo tutti conoscono e a farne oggetto di comunicazione stampa chiedendo informazioni che, come avvenuto per i Mandrioli potevano essere ottenute con una telefonata agli uffici competenti. Questo mi dà l’opportunità di fare il punto sullo stato di realizzazione degli interventi che avevo avviato da assessore regionale. Sono, invece, costretto a ricordare il caso della rotatoria di via fiorentina nel Comune di Arezzo, sulla quale Veneri e Fratelli d’Italia non intervengono mai nonostante un ritardo di quasi tre anni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sr71, Ceccarelli replica a Veneri: "Variante rallentata per la ex Sacci"

ArezzoNotizie è in caricamento