Sì Toscana: "A Pergine la raccolta differenziata procede a passo di gambero"

E' sul tema della raccolta differenziata che la lista Sì Toscana a Sinistra interviene analizzando dal proprio punto di vista la situazione riguardante il comune di Pergine Valdarno sostenendo che: "La raccolta differenziata a Pergine Valdarno...

raccolta differenziata

E' sul tema della raccolta differenziata che la lista Sì Toscana a Sinistra interviene analizzando dal proprio punto di vista la situazione riguardante il comune di Pergine Valdarno sostenendo che: "La raccolta differenziata a Pergine Valdarno procede col passo del gambero"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La raccolta differenziata nel Comune di Pergine Valdarno procede trionfalmente col passo del gambero - scrivono in una nota i rappresentanti di Sì Toscana - dal 2009, quando è stato raggiunto il 53,91% certificato ARRR, si è infatti regrediti sino a poco più del 47% dei dati 2015 praticamente un disastro. Era difficile fare passi indietro così eclatanti, ma l'amministrazione guidata da Simona Neri – legittimamente ansiosa di raggiungere traguardi politici ben più ambiziosi rispetto alla "semplice" sindaca di un comune di 3.000 anime – si è talmente impegnata da riuscirci. Nel frattempo, il costo complessivo del servizio integrato dei ciclo dei rifiuti – dalla raccolta al trattamento e fino allo smaltimento finale – non si è ridotto né dal punto di vista economico né da quello della salvaguardia dell'ambiente. Cosa potrebbe essere accaduto di così grave, anche nel nostro Comune, da "stoppare" l'incremento della R.D.? Non sarà mica colpa della riduzione generalizzata della produzione di rifiuti dovuta alla crisi, tale che se "vogliamo" che il Polo impiantistico di Podere Rota – in particolare il selettore e la discarica – lavorino a regime, occorre che si arresti la crescita della R.D. e che arrivino a Terranuova B.ni più rifiuti indifferenziati, i cd "tal-quali", possibile? A pensar male si fa peccato ma spesso ci s'azzecca, diceva Andreotti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuola nel caos, annullate le graduatorie dei docenti precari. Lunedì molte cattedre resteranno vuote

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • "Positivo al Covid e dimenticato in una stanza del pronto soccorso di Siena", la storia di un giovane padre aretino

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Ubi in Intesa e filiali aretine a Bper, poi il dubbio Mps. Cosa ne sarà degli sportelli della città?

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento