Pd di Pieve Santo Stefano: "Giusto e necessario stare all'opposizione"

Il direttivo e gli iscritti del circolo PD di Pieve Santo Stefano si sono incontrati per analizzare i risultati delle recenti elezioni politiche del 4 marzo. Ecco come è andata secondo il resoconto del circolo stesso: Il dibattito, sincero e...

Pieve Santo Stefano-3

Il direttivo e gli iscritti del circolo PD di Pieve Santo Stefano si sono incontrati per analizzare i risultati delle recenti elezioni politiche del 4 marzo. Ecco come è andata secondo il resoconto del circolo stesso:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Il dibattito, sincero e ricco di spunti, ha rimarcato quanto di buono è stato fatto in questi anni e si è focalizzato sulle ragioni della sconfitta, dato che, anche nel nostro comune, il Partito Democratico ha registrato un sostanziale calo di preferenze. Proprio in merito a questi risultati, su scorta anche dell'invito arrivato dalla direzione nazionale, è stata presentata una mozione relativa all'indirizzo che il Partito dovrà tenere nei confronti delle forze politiche che sono uscite vincitrici dalle elezioni.

All'unanimità si è deciso di sostenere la scelta di rimanere all'opposizione, convinti del fatto che spetti ad altre forze l'onore e l'onere di governare il paese, non ostacolando così la volontà degli elettori. Questo anche per concentrarsi sul confronto interno e sul rilancio del Pd sia a livello locale, che a livello nazionale, magari riuscendo nel faticoso lavoro di riunificare i vari volti della sinistra italiana.

Il Pd di Pieve auspica, inoltre, che quanto di buono fatto dal governo Renzi prima e dal governo Gentiloni poi non venga disperso da chi si appresta a prendere le redini del paese. Le stesse promesse elettorali che hanno permesso a certi partiti di uscire vincitori dall’urna, se attuate davvero, rischiano di far sprofondare il paese in una situazione peggiore di quella che dovette gestire il governo Monti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Otto casi di coronavirus nell'Aretino. Deceduto un paziente di 67 anni

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento