Scuole ed elezioni, Marri: "Bene quelle amministrazioni che hanno deciso di spostare i seggi"

"Palestre e sale civiche possono essere la giusta soluzione. Dobbiamo garantire la continuità scolastica ai nostri ragazzi, evitando un’altra interruzione dopo un periodo così lungo di inattività"

“Non è possibile aprire le scuole per poi richiuderle dopo pochi giorni per ospitare i seggi di elezioni regionali ed amministrative. Si allestiscano i seggi in locali alternativi agli istituti scolastici in tutta la Toscana”. Lo rimarca ancora una volta il candidato alle prossime elezioni regionali nella lista aretina di FdI, David Marri, il quale invita le amministrazioni “a seguire l’esempio di quei Comuni che, in vista delle consultazioni elettorali del 20 e 21 settembre, hanno richiesto e ottenuto  lo spostamento dei seggi.  Basterà ad esempio individuare immobili alternativi agli edifici scolastici per evitare di mandare a casa alunne e alunni a pochi giorni dal rientro, per evitare un enorme lavoro aggiuntivo a personale Ata, docenti e assistenti. Palestre e sale civiche possono essere la giusta soluzione. Dobbiamo garantire la continuità scolastica ai nostri ragazzi, evitando un’altra interruzione dopo un periodo così lungo di inattività”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento