Interrogazione di Casucci (Lega) sulla sicurezza degli ospedali in Toscana

Marco Casucci, consigliere regionale della Lega, punta il dito contro la scarsa sicurezza degli ospedali toscani, prendendo spunto da alcuni episodi che si sono registrati di recente al San Donato di Arezzo. Stanno diventando, purtroppo, sempre...

casucci

Marco Casucci, consigliere regionale della Lega, punta il dito contro la scarsa sicurezza degli ospedali toscani, prendendo spunto da alcuni episodi che si sono registrati di recente al San Donato di Arezzo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Stanno diventando, purtroppo, sempre più frequenti le denunce di episodi relativi al degrado, oltre ad un senso di palese insicurezza che si materializzano all’interno dell’ospedale San Donato di Arezzo. Fenomeni che sono usuali anche in altri nosocomi della nostra regione e a cui occorre porre rimedio. La struttura sanitaria aretina ha numerosi punti d’accesso, con porte che sovente rimangono aperte e quindi chiunque può facilmente accedere ai vari reparti e nei sotterranei dove sono stati rinvenuti, ad esempio, giacigli di fortuna che testimoniano chiaramente l’uso improprio di un bene pubblico da parte di persone non meglio identificate. Una criticità che non può essere minimizzata ed è giusto che le istituzioni facciano pienamente il loro dovere. Per tutto ciò, proprio partendo da quanto accade ad Arezzo, ho predisposto un’interrogazione in cui chiedo in quale modo s’intenda intervenire per porre fine alle predette problematiche e salvaguardare l’incolumità di pazienti e operatori sanitari. Inoltre penso sia fondamentale che le strutture ospedaliere toscane vengano presidiate con maggiore continuità dalle forze dell’ordine, possibilmente con presidi fissi. Ho chiesto dunque di attivarsi col ministero dell’interno al fine di garantire la massima sicurezza a chi, per necessità o lavoro, si trova in ospedale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Dilettanti, è ufficiale: stop ai campionati

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Covid. Ecco la nuova ordinanza regionale. Giani: "Verso didattica a distanza e presenze contingentate nei centri commerciali"

  • Lo sfogo del direttore di Rianimazione: "Abbracci senza mascherina, la gente non ha capito. Mi sono stancato"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento