Mercoledì, 22 Settembre 2021
Politica

Il caso di Leonardo Franci, aretino candidato per il M5S. Il segretario della Lega: "Ha la nostra tessera"

La campagna elettorale è appena partita e le polemiche abbondano di già. Come quella che investe che il candidato del movimento 5 Stelle all'uninominale della Camera per il collegio di Siena (che riguarda anche parte della Valdichiana aretina: al...

leonardo-franci

La campagna elettorale è appena partita e le polemiche abbondano di già. Come quella che investe che il candidato del movimento 5 Stelle all'uninominale della Camera per il collegio di Siena (che riguarda anche parte della Valdichiana aretina: al voto Cortona, Castiglion Fiorentino, Marciano, Foiano e Lucignano). Si tratta di Leonardo Franci, originario del Valdarno aretino e che avrebbe la tessera leghista.

Nato a Montevarchi e residente a Pergine, Franci a Siena ha compiuto gli studi e deve misurarsi contro due big calati da centrodestra e centrosinistra: Claudio Borghi per la Lega Nord e il ministro uscente dell'economia Pier Carlo Padoan del Pd.

Già attivo politicamente, Franci si era presentato alle elezioni amministrative in due distinte circostanze nel valdarno aretino: la prima nel 2009 a Bucine, candidandosi come consigliere per la coalizione a sostegno di Nicoletta Zampi, aspirante sindaco di centrodestra. Poi nel 2011 nel suo paese natale, tra le fila di Prima Montevarchi, a sostegno del candidato di centrodestra Luciano Bucci. Nel 2017, aggiunge il Foglio, il tesseramento con la Lega. Sarebbe bastato, scrive David Allegranti, la seconda esperienza politica a Montevarchi a far scattare l'incandidabilità di Franci secondo il regolamento del M5S. E dalle colonne del Foglio il segretario leghista toscano Manuel Vescovi annuncia che Franci sarà espulso dalla Lega, visto che la tessera 2017 avrebbe validità fino al 31 marzo prossimo.

Il diretto interessato è intervenuto sulla questione, scrivendo un post sul proprio profilo facebook, dicendosi tesserato per la Lega senza saperlo.

Nel 2017 a Montevarchi ho dato 20 euro a un mio caro amico, candidato consigliere comunale per la Lega Nord, Andrea Pesucci. Un aiuto personale dato a un amico. Certo, non potevo mai pensare che quella fosse una modalità per iscriversi al partito e mi meraviglio che una persona, senza saperlo, possa trovarsi così tesserato alla Lega.

Ne è nato un battibecco via twitter con il candidato Borghi:

Questa la risposta di Franci

Foto tratta da facebook

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il caso di Leonardo Franci, aretino candidato per il M5S. Il segretario della Lega: "Ha la nostra tessera"

ArezzoNotizie è in caricamento