menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Giustizia e libertà: per Giulio Regen, per Patrick Zaki"

Giuseppe Giorgi ricorda l'impegno per una strada intitolata a Giulio Regeni e auspica la cittadinanza italiana ed europea per lo studente tuttora prigioniero in Egitto

Il consigliere nazionale dell'assemblea del Partito Democratico scrive una lettera all'indomani dell'ultima udienza del processo allo studente prigioniero in Egitto. Una storia che si ricollega a quella di Giulio Regeni, morto proprio in quel paese e per il quale l'Italia chiede giustizia.

"Nuove notizie dall’Egitto, brutte notizie dal Tribunale della capitale egiziana Il Cairo sulla detenzione del ricercatore dell’Università di Bologna Patrik Zaki, altri 45 giorni di carcere e rigettata la richiesta di cambio del collegio giudicante avanzata dalla difesa.

Nuovamente la Corte d’Assise egiziana proroga la prigionia di Zaki che da oltre 14 mesi langue nelle prigioni egiziane, più di 400 giorni nelle carceri del dittatore generale Abdel Fatah Al Sisi. Le condizioni di salute del ricercatore egiziano sono preoccupanti e lo stato di prostrazione induce i democratici ad aumentare la mobilitazione in favore della scarcerazione del giovane studioso.

Unisco la mia voce agli amici di Amnesty International per la convocazione dell’ambasciatore egiziano da parte del governo italiano con la richiesta di rilascio di Zaki e salvaguardia delle sue condizioni di salute.

Dopo la morte di Regeni, ora la detenzione di Zaki.

Giustizia per Regeni significa assicurare alla giustizia i mandanti e gli esecutori del suo assassinio. Arezzo con il consenso unanime del suo Consiglio Comunale ha deciso di intitolargli una strada della città: via Giulio Regeni. Memoria e dignità della nostra comunità.

Ora su Patrick Zaki ricercatore presso l’Università di Bologna detenuto in custodia cautelare nelle carceri egiziane si ponga ancora più attenzione concedendogli la cittadinanza italiana ed europea.

Per i diritti umani l’Italia c’è! Giustizia per Giulio Regeni, Libertà per Patrick Zaki."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Toscana zona gialla da quando? Gli scenari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento