Politica

Modulo di continuità assistenziale. Casucci: "Arezzo merita una cittadella della salute"

"Rimaniamo convinti che Arezzo necessiti e meriti di avere una vera e propria funzionale "cittadella della salute" ed in tale direzione andrà costantemente il mio impegno nei mesi futuri"

"Riguardo al futuro del modulo di continuità assistenziale di Arezzo notiamo, purtroppo, dalla risposta avuta ad una nostra specifica interrogazione sul tema, una certa superficialità nell'affrontare con costrutto la problematica". Inizia così l'ultimo intervento pubblico del consigliere regionale della Lega, Marco Casucci, che interviene in merito alla questione riguardante la continuità assistenziale aretina.

"L'Asl Toscana Sud-Est - prosegue Casucci - ha degli immobili di sua proprietà in città che andrebbero sicuramente ben utilizzati, oltre che, magari, censiti con una maggiore frequenza; infatti, l'ultima rilevazione in merito è ferma al 2017. Ci auguriamo che non vi sia, tra l'altro, una precisa volontà di alienare alcune strutture ritenute, forse, non indispensabili, anche proprio nell'ottica di risolvere la questione inerente al Mo.Di. Ca. che rimane, tuttora, non meglio chiarita. Siamo così sicuri che non ci fosse, dunque, un'idonea collocazione diversa da quella attuale, considerati anche gli elevati costi di gestione? Rimaniamo fermamente convinti che Arezzo necessiti e meriti di avere una vera e propria funzionale "cittadella della salute" ed in tale direzione andrà costantemente il mio impegno nei mesi futuri."
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modulo di continuità assistenziale. Casucci: "Arezzo merita una cittadella della salute"

ArezzoNotizie è in caricamento