menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
alessandro-caneschi

alessandro-caneschi

Caneschi (Pd): "Ghinelli spieghi le sue scelte su Coingas ed Estra"

Sulle recenti questioni riguardanti le nomine del CdA di Coingas ed Estra ha preso posizione il consigliere comunale di minoranza Alessandro Caneschi. "Coingas non è un'azienda del Sindaco Ghinelli e nemmeno soltanto del Comune di Arezzo...

Sulle recenti questioni riguardanti le nomine del CdA di Coingas ed Estra ha preso posizione il consigliere comunale di minoranza Alessandro Caneschi.

"Coingas non è un'azienda del Sindaco Ghinelli e nemmeno soltanto del Comune di Arezzo. Eppure stiamo assistendo a comportamenti che giustificano questa tesi. Ricordo che l'Amministratore Unico di Coingas, Ceccherelli, si è improvvisamente dimesso senza alcuna motivazione apparente dato che tutti i sindaci avevano manifestato il loro apprezzamento per il suo unico anno di mandato. Al suo posto è arrivato il Presidente di OraGhinelli, Staderini. Un cambio improvviso nel segno di una forte politicizzazione del ruolo del Presidente Coingas significa un cambio di linea del Comune di Arezzo verso Coingas e quindi verso Estra? Ci sono diverse linee in merito alle partecipate? Non è dato saperlo. Resta il fatto che non solo è stato indicato un nuovo Presidente ma ripristinato anche un Consiglio d'Amministrazione a tre. Oggi nuova decisione politica di Ghinelli che ha scelto Francesco Macrì, Segretario provinciale di Fratelli d'Italia, quale futuro Presidente di Estra. Nel pieno rispetto delle persone indicate, i loro ruoli rendono evidente che siamo di fronte a scelte di natura prettamente politica e di partito. Sono lontani i ricordi della campagna elettorale quando Ghinelli e la destra parlavano di competenze professionali e managerialità. Inoltre non sono chiare le strategie non solo per Coingas che ha un futuro a termine ma soprattutto per Estra che ha invece di fronte scelte strategiche di rilievo. Ritengo, quindi, che il Sindaco Ghinelli debba presentarsi in Consiglio comunale per spiegare le ragioni delle sue scelte in merito ai vertici delle due aziende e, soprattutto, il mandato che questi stessi vertici hanno avuto da lui. Sempre che le nomine siano state fatte sulla scorta di una strategia amministrativa e non, più semplicemente, su quella di redistribuzione del potere all'interno della destra aretina".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Il menestrello Grifo, il 'morto resuscitato' del castello di Poppi

  • Psicodialogando

    Perché sono affascinanti le donne mature?

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento