Cultura

Natale nel Parco, sabato e domenica a Badia Prataglia. Con i colori e i profumi del Gran Paradiso

Torna il prossimo fine settimana a Badia Prataglia "Natale nel Parco". Si rinnova questa volta, dopo l'Abruzzo, nel ponte dell'Immacolata, nella cornice della Carta europea del turismo sostenibile, il gemellaggio con  il parco nazionale del Gran...

Fille d'Hestia

Torna il prossimo fine settimana a Badia Prataglia "Natale nel Parco". Si rinnova questa volta, dopo l'Abruzzo, nel ponte dell'Immacolata, nella cornice della Carta europea del turismo sostenibile, il gemellaggio con il parco nazionale del Gran Paradiso.

La CETS rappresenta l'impegno delle aree protette e dei professionisti del turismo nel favorire uno sviluppo economico conforme ad una impostazione che rispetti e preservi nel lungo periodo le risorse naturali, culturali e sociali dei territori.

Il programma di sabato 16, è dedicato ad artigiani e produttori della Valle d'Aosta. Alle 10 aprono i mercatini natalizi con manufatti e opere d'arte realizzate con materiali naturali e prodotti alimentari locali e biologici. Alle 10, 30 aprirà, per rimanere aperta tutto il giorno, la ludoteca "I giochi di una volta", a cura di "La bottega del mastro". Alle 14 apriranno gli stand della pro loco con cioccolata calda, vin brulè e frittelle.

Alle 14, 30 l'appuntamento è con "Natale in-canto" (canti natalizi itineranti con l'insieme vocale Orophonia), "Scioperano le renne, arrivano gli asinelli!" e "L'officina di Babbo Natale" (falegnameria didattica con Gino Chabod, artigiano della Valle d'Aosta).

Alle 18,30 "Natale sotto le stelle" permetterà di ammirare a luce naturale "Fille d'Hestia", spettacolo di danza, musica e fuoco, con la compagnia Cie Mystica Salvaje (Francia). Giocando al confine tra narrazione e rituale questo spettacolo è una storia musicale tessuta di gesta e luce. S'ispira alle pratiche e alle leggende provenienti da tutto il mondo. Al centro del cerchio, formato dalla folla, è l'attrito di due pezzi di legno che fa nascere la prima scintilla. Poi, il fuoco, la voce e il violoncello si rispondono. Senza dire una parola rivelano il viaggio iniziatico di una donna. Portato dal soffio della musica la danza dei corpi si mescola con quella delle fiamme.

Il 17, domenica - alle 9, 30 - si replica il programma escursionistico "Paesaggi di cristallo". Tornano anche stand artigianali e gastronomici. Alle 14, 30 "Passeggiata sul calesse" è un'attività di avvicinamento ai pony per tutti i bambini.

Alle 15, 30 comincerà la "Danza degli angeli": "farfalle di seta", bianche o colorate, con un'apertura fino a quattro metri, permetteranno al pubblico di emozionarsi grazie alla vicinanza con queste maestose e leggiadre creature. Seguirà la performance "La luce e il buio", il valzer sui trampoli. Il programma "Angeli di luce, farfalle luminose", è l'ultimo segmento della proposta di Corona events, alle 16, 30 e alle 18, 30.

Dopo il gioco del panforte il programma si chiude con l'antica tradizione locale "Ceppo, ceppo di Natale. Battere il ceppo...".

"Si rinnova un'occasione per conoscere territori tra i più caratterizzanti e affascinanti del nostro paese e condividere cultura e valori di aree unite da una medesima missione di tutela e promozione. La chiave che abbiamo scelto cerca di offrire un'alternativa alla colonizzazione dei mercatini, sempre più orientati all'omologazione, alla ripetizione e al livellamento della proposta". Luca Santini, presidente del parco nazionale delle Foreste casentinesi. "Natale nel Parco" vede insieme, a fianco dell'ente di gestione dell'area protetta, le associazioni di Badia Prataglia, il Comune di Poppi e la condotta del Casentino di Slow food.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale nel Parco, sabato e domenica a Badia Prataglia. Con i colori e i profumi del Gran Paradiso

ArezzoNotizie è in caricamento