Jovanotti diventa "reporter per caso" e racconta le proteste a Hong Kong

Ecco i post con i quali l'artista cortonese intervista un manifestante e documenta la lunga marcia per la "libertà" dei cittadini

Sulle strade di Hong Kong, con telefonino alla mano e tanta voglia di raccontare quello che vede. Jovanotti per un giorno ha vestito i panni del reporter e ha narrato cosa sta accadendo nella grande città. Con interviste e immagini girate e pubblicate su Facebook ha raccontato una lunga giornata di protesta: alcune domande ai manifestati e poi il filmato del lungo, lunghissimo serpentone di cittadini che protestano. 

Curioso e sorpreso Jovanotti commenta: "Sono tantissimi e di tutte le età. Ci sono tanti giovani, ma anche signore anziane che camminano tenendosi a braccetto". E ancora : "Chiedono di poter scegliere i propri organi esecutivi e l'indipendenza della magistratura"

La marea di manifestanti nascosti dagli ombrelli intanto procede lenta, pronunciando slogan. E dai filmati si sentono distintamente le parole "free" e "fredom". Insomma, come scrive Jovanotti nel suo post "#Vivalalibertà".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Io sto con Walter". Pioggia di adesioni, dopo Sofri arriva la solidarietà di Scanzi: "Tieni duro"

  • Schianto fra auto, sette feriti: bimbo di 4 anni gravissimo. Altri due bambini coinvolti

  • Lieve scossa di terremoto ad Arezzo: epicentro nella zona di Olmo

  • Schianto lungo la regionale 71: strada temporaneamente chiusa. Due feriti

  • Guida 2020 de L'Espresso: due ristoranti della provincia di Arezzo con il "cappello". Tutti i top della Toscana

  • Schianto auto-moto tra Pieve al Toppo e San Zeno: grave 43enne. Strada temporaneamente chiusa

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento