Giovedì, 23 Settembre 2021
Cultura

Cinema e Borghi, festival del cinema. Tre giorni di appuntamenti e proiezioni

Venerdì 21, sabato 22 e domenica 23 luglio il cinema incontra per la prima volta l'identità del borgo a Pergine Valdarno, in provincia di Arezzo. Tre giornate dedicate a incontri con professionisti del cinema, come Cinzia TH Torrini, il regista...

pergine_valdarno

Venerdì 21, sabato 22 e domenica 23 luglio il cinema incontra per la prima volta l'identità del borgo a Pergine Valdarno, in provincia di Arezzo. Tre giornate dedicate a incontri con professionisti del cinema, come Cinzia TH Torrini, il regista marocchino Souheil Ben Barka, l'attrice Danila Stalteri che parleranno della loro esperienza nel settore; presentazioni di film non ancora usciti nelle sale, come "Il viaggio", il nuovo lavoro di Alfredo Arciero, o "Il giocatore invisibile" di Stefano Alpini.

Altre pellicole che seguono questo fil rouge saranno proiettate nella piazza centrale di Pergine durante le serate del festival. Il "borgo", nel nostro Festival, è inteso non tanto dal punto di vista storico-urbanistico, ma soprattutto come luogo dell'anima, da cui spesso si parte e ci si distacca, per poi ritornarvi con un'altra mentalità e consapevolezza. Un concetto, questo, che sarà oggetto di una lezione del professor Giancarlo Corsi, sociologo di grande fama. Il tema è stato affrontato anche attraverso lo strumento della videoarte, con il senese Giovanni Mezzedimi e alcune delle opere più significative della sua carriera, eccezionalmente proiettate durante il secondo giorno di "Cinema e Borghi". Parte dell'ultima giornata sarà invece dedicata ad uno speciale intervento dell'attore e regista pratese Sandro Querci, in occasione dei 150 anni dalla nascita del grande Augusto Novelli, autore della commedia fiorentina "L'acqua cheta".

Importante il gemellaggio che la rassegna ha con il "Sunsète Festival", evento francese che si tiene ogni hanno a Sète, poco distante da Montpellier. Ospite che rappresenta questo legame, sarà il regista David Clot, che porterà un cortometraggio direttamente dalla seconda edizione del "Sunsète". Il territorio toscano è inoltre da sempre considerato fertile sia dal punto di vista artistico che da quello gastronomico e artigianale, aspetto che "Cinema e Borghi" ha deciso di sottolineare con la presenza di numerosi stand di produttori locali, che faranno vivere agli ospiti un'esperienza unica.

Il festival nasce dal lavoro congiunto tra il Comune di Pergine Valdarno e l'associazione culturale "Lands Film", composta da tre giovani ragazze, fondata da Francesca Paoletti, direttrice artistica dell'evento. La valorizzazione dei giovani è stata infatti un punto fondamentale all'interno di questo percorso, riconosciuto anche dal Consiglio Regionale, che ha concesso il patrocinio all'iniziativa. Questa prima edizione ha come obiettivo sia quello di coinvolgere i cittadini di Pergine e dei comuni limitrofi, che di attirare gran parte del turismo straniero che l'area del Valdarno accoglie durante la stagione estiva; e di poter così avviare un lungo sodalizio tra il cinema e la cultura locale, valorizzando il patrimonio artistico nazionale e quello territoriale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinema e Borghi, festival del cinema. Tre giorni di appuntamenti e proiezioni

ArezzoNotizie è in caricamento