Cronaca

Viadotto Puleto, il maltempo blocca la perizia: nulla di fatto, verso una nuova data

Il consulente incaricato dal Gip Ponticelli questo pomeriggio si è recato sul viadotto, ma non ha potuto svolgere gli accertamenti necessari a causa delle forti piogge.

La forte pioggia e il forte vento non hanno consentito il completamento della perizia. Nulla di fatto dunque oggi sul viadotto Puleto, dove il consulente incaricato dal gip del Tribunale di Arezzo, il professor Claudio Modena dell'Università di Padova, si è recato per poter svolgere l'accertamento sulle condizioni della struttura, volto a capire se ci sia stata una "omessa manutenzione" da parte di Anas. Un incidente probatorio il cui esito, in caso di procedimento giudiziario, potrà avere un valore di prova. 

Adesso dovrà essere fissata una nuova data e si presume possa essere individuata nel giro di alcuni giorni. Solo dopo  Anas potrà concludere i lavori di sistemazione  che porteranno alla la riapertura del ponte anche al traffico pesante.

Un camion non si ferma, E45 in tilt

Nell'ambito dell'inchiesta coordinata dal procuratore generale Roberto Rossi  ha visto l'invio di cinque avvisi di garanzia per i responsabili Anas.

Riapertura ai mezzi pesanti, tempi più lunghi

Come detto, l'ipotesi dell'accusa è l'omessa manutenzione da parte di Anas. L'accertamento di oggi però doveva anche far luce sul rischio crollo: se, come sostenuto dalla procura, fosse concreto, oppure no - nonostante gli ammaloramenti - come sostenuto da Anas.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viadotto Puleto, il maltempo blocca la perizia: nulla di fatto, verso una nuova data

ArezzoNotizie è in caricamento